Quantcast

Casciani (Uil Fpl): “Via dal San Luca anche la banca, stop al caro affitti”

Il segretario: "Ennesimo abbandono che avviene in una condizione già di crisi"

“C’è un evidente problema con i servizi commerciali all’interno del presidio dell’ospedale San Luca di Lucca, utili soprattutto per i cittadini e i pazienti in particolare”. A dirlo è il segretario della Uil Fpl Lucca, Pietro Casciani, che riporta così alcuni timori arrivati al sindacato da parte dei dipendenti dell’Usl Toscana nord ovest e dei cittadini.

“Ci risulta infatti – dice Casciani –  che adesso voglia abbandonare la struttura anche la Cassa di Risparmio di Lucca, compreso l’eventuale sportello bancomat lasciando la struttura completamente sguarnita sotto questo punto di vista. Un’altra perdita che non possiamo permetterci: la politica e l’azienda sanitaria devono interrogarsi sui motivi alla base dei troppi spazi rimasti vuoti e trovare delle soluzioni, nei confronti del concessionario”.

“Secondo quanto abbiamo appreso – prosegue Casciani – e di cui chiediamo conferma o smentita ufficiale dagli enti preposti. Le indiscrezioni dicono per un affitto eccessivo. È chiaro che la perdita dello sportello bancario rappresenterebbe un problema per  tutti i cittadini e dipendenti che hanno bisogno di prelevare del contante: uno sportello bancario è indispensabile all’interno di un presidio sanitario come quello del San Luca. Un ennesimo abbandono che avviene in una condizione già di crisi: dall’apertura dell’ospedale ci sono ancora troppi locali mai utilizzati e che magari potrebbero fare comodo anche alle aziende del territorio. Se fosse confermato l’abbandono, peraltro motivato da un affitto eccessivamente caro, è evidente che si tratta di un problema politico, legato al project financing, peraltro acuito dalla crisi Covid19”.

“Bisogna parlare con il concessionario e iniziare a lavorare su degli affitti calmierati e di questo se ne deve fare carico la politica – conclude Casciani – e invitiamo tutti i candidati alle elezioni regionali così come le istituzioni a farsi carico di questo problema”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.