Dal Comune 58mila euro per le scuole d’infanzia paritarie private

Un contributo fisso cui si aggiunge una cifra variabile legata al numero di iscritti

Ammonta a 58mila euro il fondo che il Comune di Lucca ha messo a disposizione per sostenere le attività delle scuole d’infanzia paritarie private. Un impegno economico sostanzioso che ha l’obiettivo di garantire e sostenere le attività scolastiche di un settore particolarmente delicato, sia per la fascia d’età interessata, dai 3 ai 6 anni, sia per le famiglie, che possono quindi continuare a contare su un servizio adeguato.

A ciascuna delle otto scuole d’infanzia paritarie private attive sul territorio lucchese sarà assegnato un contributo fisso di 4350 euro, al quale si somma una cifra che varia sulla base del numero di iscritti: si passerà, quindi, da un budget minimo di 5800 euro circa fino a un massimo di 9300 euro.

Il fondo si inserisce nella più ampia manovra dedicata alla scuola, di circa un milione di euro, studiata e promossa dalla giunta comunale, per far ripartire la scuola in sicurezza, garantire la stessa qualità nei servizi alle famiglie e mettere al centro l’istruzione, ancora una volta. A questo si aggiungono inoltre i 500mila euro dedicati ai nidi e ai centri estivi, tra allestimento ed erogazione voucher e contributi. Molti i capitoli di spesa, tra i quali i voucher destinati dalle famiglie dei bambini iscritti ai nidi comunali, convenzionati e non, i contributi per i centri estivi e il sostegno all’innovazione didattica. Il tutto col chiaro obiettivo di far ripartire la scuola nel segno della qualità e della sicurezza, per dare una risposta chiara ed efficace alle famiglie, agli studenti e, ovviamente, agli insegnanti e agli educatori che gestiscono i servizi con dedizione e competenza.

Per eventuali ulteriori informazioni è possibile contattare l’ufficio servizi scolastici: 0583.445725; 0583.442475.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.