Caos liste d’attesa dopo il lockdown, avviso dell’Asl per trovare altri 14 medici

Dalle malattie respiratore all'oftalmologia: c'è necessità di altro personale per smaltire la valanga di richieste

I mesi di lockdown per il coronavirus continuano ad avere degli effetti negativi sulla sanità locali, che negli ultimi giorni è alle prese, nell’area vasta nord ovest ad un sensibile incremento dei casi e dei ricoveri nelle terapie intensive.

C’è tuttavia un altro nodo ancora da sciogliere, ed è quello delle liste d’attesa per prestazioni sanitarie di vario tipo, che erano stati rinviate a causa dei provvedimenti restrittivi nelle settimane del picco, da marzo in poi.

Ora che gradualmente la situazione è tornata se non alla normalità almeno a regime, il personale dell’Asl non basta da solo a ridurre i tempi d’attesa.

E’ per questo che l’azienda Toscana nord ovest ha appena pubblicato un avviso per il reclutamento di 15 medici – specializzati o specializzandi iscritti all’ultimo o penultimo anno ma anche dottori in quiescenza – per far fronte alla valanga di richieste arretrate.

Delle 14 professionalità, alcune toccheranno alla Lucchesia In particolare, per la Piana di Lucca serve un medico che si occupi di malattie dell’apparato respiratorio e un oftalmologo da impiegare sia sul territorio che in ospedale. Manca all’appello anche un pediatra a Barga, mentre l’Asl punta a trovare anche due medici per le malattie infettive da impiegare dove ci sarà specifica necessità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.