Eventi a Lucca, nasce la cabina di regia fra Comune e fondazioni bancarie per il calendario unico

La giunta approva le linee di indirizzo per Vivi Lucca 2021 e stanzia 200mila euro. Fino a 150mila euro per gli eventi di Natale e Capodanno

Eventi sempre più coordinati, programmati e monitorati, per fare in modo che l’offerta culturale della città di Lucca e del territorio risulti nel suo complesso omogenea, spalmata nel corso di tutto l’anno e capace di attrarre pubblico secondo target ben definiti.

Stamani (29 settembre) la giunta Tambellini ha approvato le linee di indirizzo per la programmazione culturale del Vivi Lucca 2021 che, come novità assoluta, introduce una nuova ‘regia’, coordinata, fra il Comune di Lucca, la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e la Fondazione Banca del Monte di Lucca, i principali soggetti che, attraverso specifiche risorse dedicate, contribuiscono alla creazione dell’offerta culturale lucchese.

“La delibera – spiega l’assessore alla cultura Stefano Ragghianti – individua i criteri sulla base dei quali entro la metà di ottobre uscirà l’avviso pubblico rivolto ai soggetti che intendono realizzare eventi nel corso del prossimo anno. Entro novembre, quando saranno pervenute tutte le proposte, un’apposita commissione del Comune le valuterà, incrociando i dati con quelli degli altri due enti, per fare in modo di ottenere una programmazione omogenea e di qualità. Questa è la road map che abbiamo definito nel corso di un primo incontro con le due Fondazioni bancarie, avvenuto la scorsa settimana”.

“Questo metodo di lavoro, che inauguriamo per la prima volta a Lucca – aggiunge l’assessore – ha come obiettivo, ambizioso ma percorribile, quello di arrivare a impostare un sistema di produzione culturale, vale a dire individuare progressivamente i temi principali sui quali concentrare programmazione e risorse, ferma restando, ovviamente, l’autonomia dei tre enti”.

La delibera di indirizzo di questa mattina stabilisce un primo budget da destinare al calendario Vivi Lucca 2021 di 200mila euro, che potrà successivamente essere integrato, sulla base delle disponibilità del bilancio comunale. Vengono identificate le diverse tipologie di manifestazioni per i quali può essere richiesto un contributo economico: eventi letterari e congressuali, eventi sportivi, mostre, esposizioni, eventi di valorizzazione e promozione di musei e archivi, attività ricreative (in particolare dedicate ai bambini), spettacoli e intrattenimenti musicali, artistici e culturali. Oltre al contributo economico, sono previsti anche tutta una serie di benefici che potranno essere attribuiti, come la concessione gratuita di spazi ed edifici pubblici, ma anche di attrezzature e servizi di vario tipo (pulizia dei luoghi, accesso gratuito alla Ztl legato a necessità logistiche, etc).

Come già nelle precedenti edizioni, entrano ‘di diritto’ nella programmazione Vivi Lucca gli eventi di maggiore portata: fra gli altri, Lucca Comics and Games e Lucca Summer Festival, mentre la serie di manifestazioni legate al Natale e al Settembre Lucchese, anch’esse inserite nel calendario degli eventi, hanno una loro specifica programmazione.

E proprio a questo riguardo, nella giornata di ieri (28 settembre) è stato pubblicato sul sito del Comune l’avviso rivolto a soggetti che intendano organizzare eventi legati al Natale 2020 e al Capodanno. L’amministrazione comunale metterà a disposizione complessivamente fino a 150mila euro: questo budget, oltre a eventi culturali e di intrattenimento a tema, servirà a finanziare progetti legati in particolare all’illuminazione e decorazione del centro storico; all’allestimento di una pista da pattinaggio sul ghiaccio; alla festa in piazza per il Capodanno e a mercati artigianali, fiere promozionali, mercati straordinari a tema natalizio. Le proposte dovranno pervenire al Comune entro il 12 ottobre.

“L’emergenza sanitaria legata al coronavirus – dichiara Ragghianti – ha portato alla cancellazione di diversi appuntamenti del Vivi Lucca 2020 relativamente al periodo primaverile ed estivo. Con questo avviso specifico vogliamo stimolare la città e il territorio, per far sì che si possa in qualche modo recuperare la vivacità culturale e di intrattenimento nel periodo delle festività natalizie, ovviamente seguendo le regole e le misure di sicurezza necessarie a tutelare la salute di tutti”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.