Studenti tornano in piazza per il clima: al centro il rapporto fra uomo e ambiente durante le pandemie

Appuntamento venerdì (9 ottobre) in piazza Napoleone con Earth Strike and Fridays for Future Lucca

Venerdì (9 ottobre) anche Lucca parteciperà al sesto sciopero per il clima, il primo dopo l’inizio della pandemia.
Il tema sarà infatti collegato alla responsabilità dell’uomo nell’emergere di epidemie come questa.

Dicono gli organizzatori Earth Strike and Fridays for Future Lucca: “Il cambiamento climatico è solo uno dei tanti effetti della continua distruzione dell’ambiente. È consenso degli scienziati che l’attacco alla biodiversità e i continui smantellamenti degli ecosistemi sono alcune delle cause del salto di specie che ha portato fino a noi questa nuova malattia. Questa pandemia è un segnale che ci indica che dobbiamo ripensare il nostro rapporto con l’ambiente, per riconoscerlo non come qualcosa da sfruttare, ma come qualcosa con cui convivere e da rispettare. Nonostante ciò sia ovvio, i governi continuano a finanziare industrie inquinanti con la scusa di voler fare ripartire l’economia”.

L’appuntamento è alle 9.30 di venerdì in piazza Napoleone, dove ci sarà un presidio e flashmob.

La manifestazione si svolgerà rispettando le misure anti-covid in modo da garantire la sicurezza di tutti i partecipanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.