Tambellini: “Tamponi rapidi per le scuole, siamo al lavoro per renderli disponibili”

Il Comune verso una convenzione con l'ordine dei farmacisti

“Siamo al lavoro per mettere a disposizione i tamponi a risposta rapida, capaci di dare esito positivo o negativo nel giro di pochi minuti, a tutte le bambine e a tutti i bambini degli asili nido presenti sul nostro territorio comunale”. Lo annuncia il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini.

“L’obiettivo è acquistare tamponi a risposta rapida – dice -, tramite un’apposita convenzione tra farmacie, Asl, pediatri e Regione Toscana alla quale sto lavorando con gli assessori Francesco Raspini e Ilaria Vietina e con la consigliera comunale con delega alla sanità, Cristina Petretti, per poi renderli immediatamente fruibili a quelle famiglie che hanno i bimbi a casa con i sintomi influenzali e che necessitano dell’esito del tampone per poter tornare al nido”.

“Sappiamo benissimo – aggiunge – ed è bastato questo primo periodo di attività educative e scolastiche per rendersene conto quanto la rapidità sia tutto in questo momento: rapidità nel rintracciare i positivi, nel contattare le persone da mettere in quarantena, nell’effettuare i tamponi e nel far pervenire l’esito a chi è a casa e aspetta. Perché la rapidità oggi ha molto a che vedere con la tenuta sociale ed economica della nostra società: bambini a casa in attesa equivalgono a famiglie intere a casa in attesa, con tutto quello che ne consegue in termini di preoccupazione, di isolamento, di gestione familiare e di difficoltà sempre crescenti nel conciliare tutto questo con il lavoro. Un rischio sociale che non possiamo correre oltre, perché a rimetterci sono soprattutto le donne e le persone più fragili, quelle che hanno meno tutele, più difficoltà economiche e occupazioni precarie”.

“Per questo motivo da alcuni giorni siamo al lavoro per trovare una soluzione: con il presidente dell’Ordine dei farmacisti, con i dirigenti dell’Asl e in particolare del Dipartimento d’igiene e prevenzione e con i pediatri stiamo spingendo affinché vengano utilizzate nelle scuole e nei servizi educativi prima infanzia quei tamponi a risposta rapida che non necessitano del passaggio in laboratorio, perché questo allungherebbe comunque i tempi – afferma -.  Noi proponiamo di utilizzare quelli che vengono già oggi utilizzati negli aeroporti e che hanno la stessa rapidità di risposta di un test di gravidanza. Siamo intenzionati a comprarne una partita da mettere subito a disposizione – a prezzi iper calmierati per non dire del tutto gratuiti – ai nidi presenti sul nostro territorio comunale. Allo stesso tempo stiamo sollecitando la Regione Toscana e il presidente Eugenio Giani affinché introduca appena possibile i tamponi salivari nelle scuole di ogni ordine e grado: per fare presto e per essere il meno invasivi possibili, soprattutto nei più piccoli. Ci aspetta un inverno delicato, dove assisteremo a un’impennata nei contagi: dovremo saper gestire al meglio la situazione, con gli strumenti più efficaci che abbiamo oggi a disposizione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.