Club Unesco di Lucca, Annateresa Rondinella confermata direttore generale

Eletto il nuovo consiglio, tante le sfide in cantiere per il prossimo quadriennio

Lunedi 5 ottobre alla sala del Capitolo del Real Collegio di Lucca si è riunita l’assemblea dei soci del Club Unesco Lucca, introdotta dai saluti di indirizzo delle istituzioni locali e dal presidente onorario per la scienza, professor Pietro Pietrini.

È stato eletto per acclamazione il nuovo consiglio direttivo del club ed assegnate le cariche sociali 2020 2024.
Direttore generale rimane Annateresa Rondinella. Nel consiglio direttivo la presidente Enrica Lemmi; vicepresidente vicario Giovanni Finucci; vicepresidenti Paola Paoli, Rossana Sebastiani. Segretario Massimo Malatesta. Tesoriere Maurizio Franceschini.

I nuovi consiglieri sono Vittorio Armani in qualità di consigliere onorario, Giorgio Tori, Fabrizio Betti, Renato Bertolucci, Paola Giovannetti e Daniel Ruiz Lopez. Nel collegio dei revisori dei Conti
 Ugo Fava, Giulio Grossi; e Daniela Melchiorre
. Nel collegio dei probiviri Gabriella Moruzzi, Gaetano Anastasio e Gaetano Raspini.

Il nuovo consiglio direttivo affronterà nel prossimo quadriennio ulteriori sfide, in termini di crescita degli associati e incremento del ruolo operativo nel contesto lucchese, anche in vista dell’importante traguardo raggiunto con l’inserimento della città di Lucca nella prestigiosa lista delle città dell’apprendimento permanente (Learning Cities).

La professoressa Enrica Lemmi, in qualità di neopresidente, ha confermato l’impegno del club nel “costruire la cosiddetta società conoscitiva secondo il dettato dell’Unesco, per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 in tema di sostenibilità e formazione”.

Nelle prossime settimane ripartiranno i progetti coerentemente all’impostazione che contraddistingue l’associazione e saranno coinvolti vecchi e nuovi associati in base ai loro interessi e disponibilità. Nel quadro dei valori indicati dall’ Unesco, il club continuerà a progettare e realizzare, programmi e attività, per giovani, studenti, cittadini italiani e stranieri, con l’obiettivo di promuovere il dialogo tra culture e generazioni, l’applicazione della strategia a medio termine dell’Unesco 2014-2021, la conoscenza dei diritti umani, e l’applicazione di programmi indicati dalla Commissione nazionale italiana per l’Unesco e dall’Unesco per la realizzazione degli obiettivi di sviluppo dell’Agenda 2030.

Il Club per l’Unesco di Lucca, continuerà a lavorare secondo una ratio fondata su una concezione di cultura inclusiva e innovativa, che coinvolge le diverse espressioni culturali, abbracciando i vari aspetti del sapere e della vita, in linea con i diversi ambiti d’azione delle politiche Unesco declinate in educazione, scienza, cultura, comunicazione.

“I soci del Club per l’Unesco di Lucca – chiude la nota – colgono l’occasione per un caloroso ringraziamento al direttore generale Annateresa Rondinella e si congratulano per l’ottimo lavoro svolto durante questi anni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.