Antraccoli, parcheggio per la scuola e parco attrezzato per il paese: sì al progetto

Grazie alla variante al regolamento urbanistico potranno essere realizzati 29 nuovi stalli

Inizieranno in primavera i lavori per il parcheggio a servizio della scuola primaria Monsignor Guidi di Antraccoli. Un’opera attesa da anni, tanto più da quando la ciclabile della Francigena Lucca-Capannori ha ristretto la carreggiata di via Paladini, rendendo così difficoltosa la sosta temporanea lungo la strada anche per il breve tempo necessario all’accompagnare i bambini e le bambine a scuola. La realizzazione del parcheggio sarà accompagnata dalla sistemazione di tutta l’area verde a nord della primaria, con nuovi alberi, attrezzature, giochi e percorsi in terra battuta.

Inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche 2020-2022 per un impegno di 170mila euro di risorse di bilancio, i nuovi servizi per la collettività potranno essere messi a gara, verosimilmente entro la fine dell’anno, grazie alla variante al regolamento urbanistico che domani (27 ottobre) sarà portata all’attenzione del consiglio comunale di Lucca insieme al progetto definitivo.

Ai 7 stalli già esistenti lungo via Paladini se ne aggiungeranno quindi 8 lungo la via di collegamento con la via Romana Vecchia, che sarà ampliata e diverrà a doppio senso di marcia. A questi ancora si sommeranno i 21 stalli del nuovo parcheggio a nord, per un totale di 36 stalli a servizio dell’area.

Il progetto per 29 nuovi parcheggi e parco attrezzato
progetto parcheggio antraccoli scuola guidi

L’intervento è stato discusso oggi (26 ottobre) nel corso della seduta congiunta, in modalità online, delle commissioni consiliari urbanistica, presieduta da Gianni Giannini (Pd), e lavori pubblici, presieduta da Daniele Bianucci (Sinistra Con). Voti favorevoli da parte di tutti i commissari a eccezione di Simona Testaferrata (centro destra) e Massimiliano Bindocci (M5S) che non hanno partecipato al voto.

“Con l’approvazione del progetto di interesse pubblico – ha spiegato l’assessore all’urbanistica Serena Mammini – sarà contestualmente approvata la variante al regolamento urbanistico, secondo l’articolo 34 della legge regionale toscana sul governo del territorio. L’area, di circa 3000 metri quadrati, vedrà così modificata la propria destinazione d’uso: da terreno agricolo a servizi collettivi. Un intervento in linea con l’obiettivo, espresso già col piano strutturale, di facilitare la realizzazione di opere utili a rendere accessibili e fruibili i luoghi pubblici anche nei quartieri, nei paesi e nelle frazioni”.

Prosegue Mammini: “Spesso passano molti anni tra la pianificazione urbanistica di qualcosa e la sua realizzazione: con questa variante, semplificata nell’iter perché interessa un’area interna al perimetro del territorio urbanizzato, pianificazione e progettazione concreta vanno invece di pari passo. E questa, per chi fa politica e ha a cuore la città, è senz’altro una bella soddisfazione”.

Nel dettaglio del progetto è entrato quindi l’assessore ai lavori pubblici, Celestino Marchini: “Anzitutto sarà allargata la strada nel tratto di collegamento tra via Paladini e via Romana Vecchia, con l’istituzione del doppio senso di marcia e la realizzazione di posti auto in linea per ottimizzare l’utilizzo dello spazio. Tra questi – ha precisato Marchini – ci sarà anche un posto auto riservato alle persone con disabilità e non è escluso che ne venga realizzato un secondo tra gli stalli già esistenti in via Paladini, di fronte all’ingresso della scuola, qualora venga ravvisata questa specifica necessità”.

“Un nuovo marciapiede farà da raccordo – prosegue Marchini – tra il parcheggio a nord e il nuovo accesso alla scuola, che sarà realizzato sul lato sud dell’area oggetto di variante urbanistica. Il parcheggio sarà in autobloccanti e il parco attrezzato anche con alcuni giochi diventerà centro di aggregazione per tutta la zona. Un luogo che sarà reso ancor più gradevole dalla messa a dimora di essenze arboree, aiuole, cespugli, aceri, con la funzione di assorbire i fumi di scarico e al tempo stesso di fare ombra. Il lavoro sarà completato, infine, da un nuovo sistema di illuminazione pubblica. Abbiamo lasciato ampio spazio dietro la scuola per consentire un eventuale futuro ampliamento funzionale a nuovi spazi per una scuola dell’infanzia”.

Positive le reazioni dei consiglieri di minoranza. Enrico Torrini (gruppo misto) ha richiesto all’amministrazione una ricognizione puntuale delle esigenze di parcheggio a servizio delle scuole presenti su tutto il territorio – documento che l’assessore Marchini ha già prodotto e che sarà preso in esame nel corso delle prossime sedute di commissione.

“In particolare – ha detto Torrini – vorrei poter verificare la fattibilità di operazioni simili per le scuole di San Donato, Montuolo e Saltocchio. Lì vicino c’è spazio per dei parcheggi, opere che risulterebbero gradite e utili ai cittadini”.

Dello stesso avviso la consigliera Cristina Consani (gruppo misto), che ha aggiunto: “Questo progetto denota anche un’attenzione ambientale perché saranno piantati nuovi alberi. È un tema che mi vede sensibile e approvo ogni azione che vada in questa direzione”.

La consigliera Simona Testaferrata (centro destra) ha puntato i riflettori sull’accessibilità: “Benché per legge uno stallo per disabili sia sufficiente in quel contesto, invito l’amministrazione a valutare seriamente un secondo parcheggio, magari più vicino alla rampa di accesso principale su via Paladini”.

Unanimi nel riconoscere come necessaria l’opera anche i consiglieri Nicola Buchignani (Fdi) e Fabio Barsanti (Alleanza per Lucca – Casa Pound Italia), che hanno espresso il loro voto favorevole alla proposta di delibera consiliare.

All’adozione della variante al regolamento urbanistico seguiranno 30 giorni di tempo per eventuali osservazioni, in assenza delle quali l’atto si intende approvato e quindi pubblicato sul Burt.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.