Lucca, da domenica scatta il divieto di accensione fuochi all’aperto

Il provvedimento è inserito nel piano di azione comunale per la qualità dell'aria

Scatterà da domenica prossima (1 novembre) il divieto di accendere fuochi all’aperto su tutto il territorio comunale, a tutela della qualità dell’aria e della salute dei cittadini.

In particolare non sarà possibile bruciare biomasse legnose derivanti da attività agricole, forestali, da parchi, giardini, attività di cantiere, artigianali e produttive in genere. Il divieto non riguarderà le zone collinari e montane del territorio poste a quota superiore a 200 metri sul livello del mare.

Il provvedimento assunto dall’amministrazione comunale rientra nelle azioni previste dal Piano di azione comunale (Pac) 2019-2021, come misura per contrastare l’accumulo di polveri sottili nell’aria, in considerazione del fatto che nel corso delle stagioni autunnale e invernale la difficoltà di circolazione dell’aria negli strati bassi dell’atmosfera e il concomitante incremento delle emissioni di Pm 10, aumentano il rischio di superamento dei valori limite stabiliti dalla normativa nazionale in materia.

La limitazione resterà in vigore fino alla prossima primavera: scadrà infatti il 31 marzo. Sono previste sanzioni amministrative per chi ignora il divieto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.