Quantcast

Ex Cavallerizza, aperto il cantiere per la realizzazione della nuova palestra foto

Il progetto provinciale ha ottenuto un finanziamento di 2 milioni e 50 mila euro e dovrebbe vedere la luce all'inizio del 2022

Una palestra per le scuole superiori del centro storico e per le società sportive. E’ questo il frutto dell’investimento da oltre 2 milioni di euro della Provincia di Lucca per il recupero dell’ex Cavallerizza ducale grazie all’accordo sottoscritto con il demanio pubblico. Un edificio abbandonato da anni in centro storico accanto all’ostello di Lucca e al complesso del Real Collegio che sarà ristrutturato e destinato ad uso pubblico per volontà dell’amministrazione provinciale che è entrata in possesso del bene.

Nei giorni scorsi è stato aperto il cantiere ed oggi (6 novembre) il presidente della Provincia Luca Menesini insieme con i tecnici di Palazzo Ducale guidati dalla dirigente Francesca Lazzari e il presidente del Real Collegio Francesco Franceschini, hanno effettuato un sopralluogo alla presenza della ditta che si è aggiudicata l’appalto. È l’impresa edile Giacchini Giuseppe srl di Ponte all’Ania, risultata la migliore in base al criterio di aggiudicazione adottato dell’offerta economicamente più vantaggiosa, tra le otto offerte pervenute alla Provincia, che prevede anche uno ‘sconto’ sui tempi di realizzazione dei lavori, dai 19 mesi iniziali ai circa 15 previsti dalla ditta.

Il progetto provinciale ha ottenuto un finanziamento di 2 milioni e 50 mila euro: 1 milione e 87mila euro con decreto del Miur e cofinanziato per i restanti 960mila euro dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Il progetto – che ha avuto il nulla osta dalla Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici storici artistici ed etnoantropologici per le province di Lucca e Massa Carrara, nonché il successivo via libera dal Consiglio comunale di Lucca – prevede la ristrutturazione completa dell’edificio (830 mq circa nel complesso). Un immobile realizzato tra il 1821 e il 1823 ad uso governativo per il Ministero della pubblica istruzione che lo destinò a maneggio per le esercitazioni di equitazione degli studenti del Real Collegio e del Corpo militare dei Paggi. L’edificio fu iniziato dall’architetto Lazzarini, tecnico di fiducia della famiglia Baciocchi e nel 1823 completato dal Nottolini su indicazione di Maria Luisa di Borbone.

Grazie ai lavori di recupero e ristrutturazione sarà realizzato un impianto sportivo all’avanguardia: una palestra principale con campo da gioco (basket/pallavolo), e uno spazio più piccolo, di servizio, dotato di attrezzature; spogliatoi al pian terreno e al piano superiore collegati tramite vano scale e ascensore, piccoli uffici, infermeria, spazio magazzino. L’intervento sarà realizzato in modo da salvaguardare le preesistenze morfologiche che risultano ancora riconoscibili, ma contestualmente adeguandole alle funzioni a cui il fabbricato dovrà rispondere. Il progetto prevede l’accesso alla struttura sul lato nord est, ossia dalla parte di via della Cavallerizza che consentirà un ingresso e un’uscita da parte degli utenti in totale sicurezza non andando ad interagire con le viabilità principali se non dopo una zona di filtro. La copertura dell’edificio sarà completamente ricostruita sul modello originario con legno e tegole in cotto.

“Quello all’ex Cavallerizza Ducale – ha dichiarato il presidente della Provincia Menesini – è uno dei primi cantieri di una lunga serie che apriremo tra la fine del 2020 e il 2021 compatibilmente con i tempi di progettazione e delle gare di appalto, ma soprattutto dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Il progetto ha una doppia valenza: la prima che punta a recuperare architettonicamente e funzionalmente un vecchio immobile pubblico; la seconda quella di mettere a disposizione questo spazio per l’attività sportiva delle scuole superiori del centro storico che soffrono da anni della carenza di impianti adeguati vista la conformazione degli edifici scolastici storici. Ma sottolineo inoltre che la palestra sarà resa disponibile nelle ore extrascolastiche alle società sportive che ne faranno richiesta. Una volta ultimati i lavori tutta la zona ne trarrà beneficio, ne sarà rivitalizzata: è una parte di Lucca molto bella con il grande complesso del Real Collegio, affianco all’Ostello della Gioventù e proprio a ridosso della mura urbane”.

La nuova palestra, secondo i tempi indicati dalla ditta, dovrebbe vedere la luce tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.