Fp Cisl: “Covid, più tutele per la polizia locale”

La sigla chiede la convocazione di un tavolo provinciale

La Fp Cisl esprime forte preoccupazione per il ruolo evidentemente sovraesposto assunto, dalla polizia locale in questa fase di controlli anti Covid19.

“Nonostante la possibilità di svolgere assembramento di tante persone fosse stato ampiamente previsto e si fossero già verificati problemi in altre realtà cittadine – si legge nella nota sindacale -, al momento ci sembra calata l’attenzione sul personale della polizia locale, tutto questo mentre la pazienza dei cittadini verso il rispetto delle ultime norme Covid sembra esaurita”.

“Chiediamo con forza che i sindaci prenda immediata posizione e si attivi per la convocazione urgente del tavolo dell’ordine e sicurezza pubblica”, afferma il sindacato.

Le richieste è “che non siano tollerati atti di violenza nei confronti degli operatori che da mesi sono esposti in prima persona per il contenimento della pandemia. Si incarichino gli organi dell’amministrazione affinché il comune si costituisca parte civile nei processi, chiedendo il risarcimento dei danni e che si assumano azioni penali verso coloro che hanno espresso, sui social e in ogni altra sede, commenti gravemente lesivi della reputazione degli operatori e del Corpo”.

Chiesto anche l’impegno ad attivarsi per rimettere sul tavolo la ripartizione delle competenze inizialmente previste e  che “in sede di tavolo provinciale si riconosca in modo inequivoco il diritto degli operatori di polizia locale a percepire l’indennità di ordine pubblico, indipendente dalla retribuzione ordinariamente e contrattualmente corrisposta. Con questo documento affermiamo di non essere più disponibili ad essere impiegati senza il rispetto degli standard minimi di sicurezza e siamo preoccupati per i prossimi appuntamenti/eventi. Per il futuro, per quanto riguarda gli operatori da noi rappresentati, la mancata adozione di volta in volta delle indispensabili precauzioni organizzative, di collaborazione e di equa distribuzione delle incombenze e l’erogazione delle suddette indennità ci metterà nella condizione di adottare tutte le misure di lotta a nostra disposizione, incluso lo sciopero”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.