Dal Comune di Lucca solidarietà al popolo Saharawi

Presentata una mozione al consiglio comunale dopo la ripresa degli scontri

Sostegno al Popolo Saharawi dalla città di Lucca. È la raccomandazione presentata in consiglio comunale dalla consigliera Maria Teresa Leone e firmata anche dal presidente del consiglio, Francesco Battistini, con l’obiettivo di porre l’attenzione e fare luce su quanto sta accadendo in quel territorio. Da venerdì 13 dicembre, infatti, sono iniziati scontri a fuoco tra il Regno del Marocco e il Fronte Polisano, dopo la violazione del cessate il fuoco da parte del Marocco e la ripresa delle armi nel Sahara Occidentale.

“Quello tra Lucca e il popolo Saharawi è un legame di lunga data – spiega la consigliera Leone -. Fin dal 1997 la città di Lucca è legata al popolo Saharawi, che da 40 anni vive in esilio nel deserto dell’Hammada in Algeria, in seguito all’occupazione da parte del Marocco dei territori del Sahara Occidentale e del conflitto che ne è scaturito. Merita ricordare i molti progetti di solidarietà e di scambio, dall’ospitalità dei bambini alle carovane della solidarietà, dalle visite nei campi profughi alla consegna – proprio nella sala del consiglio comunale – dell’attestato di “piccoli ambasciatori di pace”, fino alla storica e solida vicinanza alla causa del popolo Saharawi da parte della nostra comunità, che ospita e accoglie i bambini saharawi dagli anni ’90 con il sostegno dell’associazione Kalama. È importante oggi fare luce e parlare di questa vicenda, chiedere in tutte le sedi che siano rispettati i diritti umani, per uscire da quel silenzio assordante che da troppo tempo avvolge questa causa di autodeterminazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.