Rotatoria a Porta San Jacopo, approvato il progetto definitivo

Il via ai lavori previsto per la prossima primavera

La giunta stamattina (24 novembre) ha approvato il progetto definitivo, che ha un costo complessivo di 150mila euro e che verrà finanziato attraverso un mutuo. La nuova rotatoria, che risolverà l’intersezione fra viale Marti e via Iacopo della Quercia, è la quarta, in ordine di tempo, realizzata sulla circonvallazione nel corso dei due mandati amministrativi del sindaco Tambellini.

“Si tratta dell’ultimo tassello – spiega l’assessore ai lavori pubblici Celestino Marchini – con cui andiamo a completare gli interventi di fluidificazione del traffico lungo i viali di circonvallazione, che abbiamo iniziato nello scorso mandato con la realizzazione della rotatoria fuori Porta Elisa, proseguito con la rotatoria di fronte al Celide e, da ultimo, con quella fuori Porta Sant’Anna. Con la contemporanea implementazione delle piste ciclabili attorno alle mura urbane e da e per i quartieri più popolosi che si trovano a ridosso della circonvallazione, riusciamo a realizzare un sistema complessivo di mobilità attorno al centro storico che ne aumenta gli standard di sicurezza e quelli ambientali, con una sensibile riduzione dei fattori di inquinamento dell’aria”.

Cosa prevede il progetto. La rotatoria, che ha ottenuto il via libera dalla conferenza dei servizi lo scorso 19 novembre, è stata progettata con quattro rami nelle direzioni principali, garantendo così un collegamento diretto e ottimale di entrambi i viali della circonvallazione e un buon collegamento con il quartiere di San Marco. Il progetto va in parallelo e si integra perfettamente con la prossima realizzazione del tratto di pista ciclopedonale che completerà l’intero anello intorno alle mura urbane, nel tratto mancante compreso fra via Matteo Civitali e Porta Elisa. La rotatoria avrà forma circolare, con un diametro esterno di circa 31 metri: al centro ci sarà un’area a verde, anch’essa di forma circolare, di circa 11 metri di diametro. Il progetto tiene conto della struttura storica dell’incrocio, senza apportarvi significative alterazioni: in particolare non verranno modificati né i marciapiedi né i percorsi pedonali esistenti. Per la sua costruzione saranno utilizzati materiali in linea con quelli già presenti in loco e ci sarà una maggiore superficie destinata a verde rispetto alla situazione attuale: l’isola centrale e due aiuole spartitraffico sul lato nord.

L’approvazione del progetto definitivo dell’opera da parte della giunta di palazzo Orsetti dà il via alle procedure che porteranno in tempi rapidi all’indizione della gara d’appalto.

“Il nostro obbiettivo – afferma a questo proposito l’assessore Marchini – è di partire con il cantiere la prossima primavera”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Nino Mastruzzo

    È un vero peccato che in zona non ci siano molti alberi da abbattere per realizzare il progetto