Viale Europa, 285mila euro per realizzare il guardrail sul cavalcavia

I numeri della quarta variazione al programma triennale delle opere pubbliche 2020-2022. In serata l'ok in Consiglio

Uno scostamento da 140mila a 285 mila euro per installare un nuovo guard rail sul cavalcavia di viale Europa. È questa la principale misura contenuta nella quarta variazione di bilancio al programma triennale delle opere pubbliche 2020-2022 approvata oggi (30 novembre) dalla commissione lavori pubblici del Comune di Lucca per far fronte ai problemi di sicurezza della struttura.

“I lavori alla scuola innovativa di Sorbano così come all’expo del fumetto, alla biblioteca Agorà, al palazzetto e alla palestra di San Lorenzo a Vaccoli saranno posticipati al 2021 – spiega in commissione l’assessore ai lavori pubblici Celestino Marchini – Altre variazioni riguardano scostamenti per i lavori a Villa Bottini. Risorse che in parte saranno destinate alla realizzazione del guardrail sul viale Europa,passato da 140 a 285mila euro, dato che l’attuale ringhiera non è risultata a norma dopo i dovuti controlli attualmente in corso per verificare i livelli di sicurezza dei ponti. Un’altra voce riguarda altri 20mila euro da destinare alle pavimentazioni stradali e la modifica all’asse suburbano da sei milioni a sette milioni per inserire la pista ciclabile su entrambi i lati della costruenda strada. Sotto i 100mila euro sono state messe voci a disposizioni per la ristrutturazione in via Bigongiari per 96mila euro circa e messi a disposizione 180mila euro per quanto riguarda le spese legate al covid19″.

Per quanto riguarda il cavalcavia sul viale Europa sono ancora in corso gli studi per valutare quali opere dovranno essere realizzate per la completa messa in sicurezza del ponte. “Il guard rail è il primo passo per la completa ristrutturazione del ponte – aggiunge Marchini – Nel 2021 con il nuovo piano aziendale saranno inseriti tutti quegli interventi necessari per la messa in sicurezza dell’opera e delle altre strutture che saranno ritenute non a norma”. Un’opera ritenuta necessaria da tutta la commissione anche se dai consiglieri di opposizione sono state rinnovate le perplessità per il modo di procedere dell’amministrazione.

“Sicuramente queste sono opere da fare, così come tante altre dovevano esser fatte – ha commentato Massimiliano Bindocci – Ma è riduttivo fare un voto alle variazioni senza poter partecipare alla scelta”. Una maggior partecipazione che invece avverrà, come annunciato dall’assessore Marchini, nella prima commissione di bilancio 2021-2023. “In questa variazione la cosa fondamentale è il cavalcavia – ha spiegato Marchini – Le altre voci sono sono state modificate o perché non sono arrivati i fondi regionali o perché gli enti sono in ritardo con le concessioni. Sul prossimo anno dovremmo fare un ragionamento complessivo a partire dall’inizio per decidere cosa inserire nel bilancio 2021-2023 dove sicuramente andranno a collocarsi anche gli interventi principali per il restauro di Villa Bottini”.

Su richiesta dei consiglieri Nicola Buchignani e Caterina Consani sono stati poi accordati in commissione un sopralluogo allo stadio di Porta Elisa per monitorare le condizioni della struttura e una commissione congiunta tra lavori pubblici e cultura per discutere dei possibili utilizzi futuri di Villa Bottini.

La pratica è stata affrontata anche nel consiglio comunale in serata. L’assessore Marchini ha ribadito il contenuto della variazione del piano triennale delle opere pubbliche.

Nell’assise virtuale il consigliere di SiAmo Lucca, Remo Santini, ha chiesto lumi sul progetto del sottopasso pedonale e ciclabile in piazzale Ricasoli: “Il finanziamento dell’opera – ha detto l’assessore Marchini – da parte della Regione è slittato al gennaio 2021. Allora sapremo se avremo i fondi per quell’intervento così come per intervenire su alcune frane sul territorio”.

Il consigliere di Casapound, Fabio Barsanti, ha puntato il dito sull’ennesimo rinvio dei lavori per la palestra di San Lorenzo a Vaccoli. L’assessore Marchini ha ricordato che il motivo dello spostamento è legato a un finanziamento in arrivo nel 2021 da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

La pratica ha ottenuto 21 voti favorevoli dalla maggioranza e l’astensione dei componenti dell’opposizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.