Senso unico notturno a Pontetetto, i comitati: “Ora si pensi all’inquinamento acustico”

Le associazioni: "L'amministrazione predisponga un piano di contenimento e abbattimento del rumore"

Ce l’abbiamo fatta! Un provvedimento assurdo è stato quasi totalmente eliminato”. La soddisfazione arriva dall’associazione Pons Tectus e dal comitato Viabilità e Ambiente dopo aver appreso della revoca del provvedimento che prevedeva l’istituzione del senso unico su viale San Concordio a Pontetetto.

“Ora speriamo che chi, oltre a noi – continua l’associazione – si è mobilitato giustamente contro il senso unico, si ricordi che abbiamo un grave problema di inquinamento che ci ammorba e che mette ad alto rischio la nostra salute. Allora ci permettiamo di tornare a ripetere che bisogna diminuire fin sotto soglia i livelli di rumorosità, diminuire il traffico di attraversamento per privilegiare chi vuol usufruire dei servizi e commerci della zona e i residenti intervenendo con soluzioni che rallentino il traffico e favoriscano la sosta di auto e persone”.

“E’ evidente che oggi abbiamo preso fiato – continuano i comitati – ma solo rinviato il problema e che se non si opererà in aderenza con la realtà. E’ fuori  dubbio che il problema si ripresenterà ancora con più virulenza. Per questo ripetiamo: è opportuno restare uniti e lavorare per dare un nuovo volto alla zona, al paese di Pontetetto“.

“Noi abbiamo chiesto – conclude la nota – che sia fatto quello che prevede la legge e cioè predisporre un piano di contenimento e abbattimento del rumore. Questo piano deve avere carattere scientifico (ossia verificabile) basato su criteri oggettivi e redatto da professionisti qualificati del settore e ci aspettiamo che prima di disporre nuovi interventi affrettati e dannosi sia fatta una seria e approfondita analisi sui possibili risultati e sulle ricadute delle soluzioni adottabili“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.