Quantcast

Alla Casa famiglia anziani di Sant’Anna apre la prima ‘stanza delle carezze’ foto

Grazie a speciali 'manicotti' e a ingressi separati gli ospiti della struttura potranno toccare nuovamente i propri affetti

La stanza delle carezze. E’ stata soprannominata così la nuova area della Casa famiglia anziani di Sant’Anna in via Togliatti che consentirà a familiari e ad amici di toccare nuovamente i propri cari all’interno della struttura.

Questo grazie a degli specifici manicotti che consentono di trasmettere il calore umano spezzando quella parete che da troppi mesi interrompe il contatto umano. Così questa mattina (4 gennaio) l’ottantaduenne Bona De Villa, dopo le prime titubanze nei confronti del nuovo strumento, ha potuto stringere la mano del suo caro amico Claudio Nardini, vederlo attraverso il vetro e parlare con lui dall’interfono. Come lei, gli altri 25 ospiti della struttura potranno quindi ritrovare in una visita il calore dei propri affetti. “Un grande passo avanti nella speranza di poter avere presto contatti diretti”, ha sintetizzato il primo protagonista della stanza.

Il tutto dopo la benedizione del parroco di Sant’Anna don Paolo Dalle Mura e dopo il taglio del nastro avvenuto alla presenza della consigliera con delega alla salute Cristina Petretti, del responsabile della zona distretto di Lucca della Asl Luigi Rossi e di alcuni rappresentanti delle associazioni La Finestra e della cooperativa La Mano Amica.

“Siamo qui oggi per quella che a tutti gli effetti possiamo definite un’iniezione di positività – commenta Don Paolo prima del Padre Nostro -. Gli anziani potranno non solo rivedere i propri cari ma parlare con loro e stringere le loro mani. Un semplice e allo stesso tempo vitale gesto che la pandemia purtroppo ha cancellato”. “Un segnale di speranza che ci fa iniziare fiduciosi questo nuovo anno – aggiunge la consigliera Petretti -. Per i nostri anziani il contatto non è solo necessario ma è un vero e proprio atto terapeutico che speriamo possa essere presto consentito anche nelle altre strutture”.

Questa è la prima struttura per anziani sul territorio che ospita una stanza delle carezze – racconta Naike Panattoni, psicologa e progettista della cooperativa La Mano Amica -. Già da tempo avevamo iniziato a progettare un sistema che consentisse a familiari e amici di poter vedere, ascoltare e toccare i propri cari in completa sicurezza per accorciare quelle distanze che il covid19 ha reso necessarie. Per questo, con l’aiuto dell’Asl e adesso con la partecipazione al bando regionale, abbiamo iniziato a pensare e a progettare una stanza degli incontri alla quale i familiari in visita accedono dall’esterno, attraverso un ingresso separato che non prevede possibilità di contaminazione”.

Lo spazio dedicato agli ospiti è infatti separato da quello dei familiari tramite una barriera protettiva a tutta altezza e sigillata in modo da eliminare il passaggio di aria. Nella parte dei familiari è stato inserito un sanificatore d’aria che permette una maggior sicurezza nel passaggio da un familiare all’altro. Le visite avvengono su appuntamento quattro giorni alla settimana, dalle 16 alle 18,30, con un intervallo di 15 minuti che consente all’operatore di sanificare l’intero ambiente. All’ingresso della parte dei familiari è allestito un access-point, con rilevatore termo-scanner per la temperatura corporea, igienizzante e questionario di accesso. Per quanto riguarda la gestione dell’emergenza sanitaria all’interno della struttura non sono stati riscontrati casi di Covid19, gli ospiti sono stati vaccinati lo scorso sabato (2 gennaio) e sono sottoposti a tamponi settimanali. Entro l’8 gennaio saranno vaccinati anche tutti gli operatori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.