Al Campo di Marte si pensa già al post emergenza covid: “Saranno insediate nuove attività alla cittadella della salute” foto

Sopralluogo dell'assessore regionale Baccelli: iniziati i saggi per l'adeguamento antisismico della struttura

Da poco meno di una settimana vi sono stati inaugurati 150 nuovi posti letto per l’emergenza coronavirus, ma al padiglione A dell’ex ospedale Campo di Marte si lavora già per il futuro.

Come ha assicurato, infatti, il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, la struttura sanitaria servirà anche in futuro, per ampliare l’offerta dei posti letto e potenziare la sanità territoriale.

Con questo obiettivo sono già partiti i saggi e le diagnosi strumentali per adeguare l’edificio agli standard anti sismici. A fare un sopralluogo è stato l’assessore regionale Stefano Baccelli, che ha voluto informare sullo stato dell’arte di queste analisi.

“Mattutino sopralluogo – scrive su Facebook – al Padiglione A del Campo di Marte dove sono iniziati i saggi, le prove di carico e le diagnosi strumentali per verificare le necessità e la qualità degli interventi per il suo adeguamento agli standard antisismici previsti dalle normative attualmente in vigore.mCioè a dire, stiamo già lavorando in previsione di un suo utilizzo nella fase post emergenza in modo che sia sia pronto ad accogliere nuove funzionalità a servizio della Città e della salute pubblica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.