Cesarin der Viviani, la migliore befanata è di Maria Enrichetta Cavani

Ecco le menzioni speciale assegnate al termine del concorso

Cesarin’ der Viviani: il concorso delle befanate non si ferma nemmeno con la pandemia. Giunto alla sua 27esima edizione quest’anno ha visto la vittoria di Maria Enrichetta Cavani di Castiglione di Garfagnana andando a fare il bis con la befanata dello scorso anno dal titolo La Befana è sempre quella scritta assieme a Marilina Pighini che è stata messa in musica magistralmente dal maestro Paolo Razzuoli.

Befanate

Il titolo della befanata di quest’anno è Buona gente, state sana che verrà successivamente messa in musica e presentata il prossimo anno.
La commissione composta da Francesco Cipriano, Mario Pellegrini, Silvia Sabbatini, Maria Gioia Balbi oltre che da Elio Antichi in rappresentanza de Il Baluardo, organizzatore del premio , ha deciso di assegnare le seguenti menzioni di merito: menzione a Alla Befana è concesso di Lea Giacone di Buttigliera Alta Torino  perchè “pur nel filo della tradizione, attualizza con delicatezza i problemi portati dalla pandemia”; menzione alla befanata dal titolo L’indovinello di Norberto Mazzucchelli di Saronno Varese per “l’originale stesura in forma di indovinello”; menzione a La Befana amica di Thomas Poli, alunno dell’ Istituto Comprensivo Castelnuovo di Garfagnana  perché “nella sua semplice descrizione della Befana tradizionale, ci fa sperare in un futuro magico e allegro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.