Cesari: “Bici inutilizzate? Si concedano all’attività di consegna a domicilio”

La proposta in una lettera aperta al sindaco di Lucca

Destinare le eventuali bici elettriche inutilizzate del Comune di Lucca all’attività di consegna a domicilio. E’ la proposta che un imprenditore del settore, Enrico Cesari, fa con una lettera aperta al sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini e agli assessori competenti.

“Ho ricevuto una segnalazione, secondo cui risulterebbero diverse bici elettriche, abbandonate a se stesse, inutilizzate. Se non fondata la cosa chiedo scusa ma in caso affermativo, invece – spiega Cesari -, sarei a proporre una sinergia con la nostra pagina Facebook che promuove e supporta la vendita da asporto e la consegna a domicilio, con l’augurio che ci supportino pure le associazioni di categoria. In cosa consiste la mia proposta? Se veramente inutilizzate e lasciate a se stesse, chiedo di affidarmele a titolo gratuito, in maniera di utilizzarle e renderle a servizio delle attività citate. A breve insieme ad una startup, realizzeremo una interessante partnership, e queste bici, sarebbero utili non tanto a noi, che non ci ricarichiamo niente, ma a queste attività locali che stanno navigando tra mille difficoltà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.