Biblioteca statale, Nardi: “Il ministero per i beni culturali doti l’istituto di un adeguato organico”

L'auspicio del presidente dell'accademia lucchese di scienze, lettere e arti dopo l'annuncio della chiusura al pubblico

“Auspico che il ministero per i beni culturali provveda al più presto a dotare l’istituto di un adeguato organico”. Così anche il presidente dell’Accademia lucchese di scienze lettere e arti Raffaello Nardi esprime le sue preoccupazioni sulla chiusura della biblioteca statale della città.

“Sono preoccupato per il fatto che la biblioteca statale della nostra città, dopo essere stata declassata cinque anni fa, veda ora il suo personale ridotto a tal punto da non poter più erogare il quotidiano servizio al pubblico – spiega Nardi -.  Auspico quindi che il Ministero per i beni culturali provveda al più presto a dotare l’istituto di un adeguato organico, come meritano le sue importanti collezioni librarie, tra cui la raccolta degli atti delle Accademie italiane e straniere, in deposito alla biblioteca ma di proprietà dell’Accademia lucchese”.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.