Tambellini: “Biblioteca statale, ci auguriamo che i problemi siano davvero superati”

Il sindaco: "Bisogna mantenere alta l'attenzione"

“Ringrazio il senatore Andrea Marcucci per essere intervenuto con il ministro Dario Franceschini al fine di garantire la continuità dell’apertura della Biblioteca statale di Lucca. Mi auguro che i problemi siano davvero superati”. Lo afferma il sindaco Alessandro Tambellini alla notizia che sarebbe stata trovata una soluzione.

“Ritengo comunque – aggiunge – che debba essere mantenuta l’attenzione alta sulle istituzioni periferiche del ministero dei beni culturali, da decenni in una situazione di taglio indiscriminato del personale, con la riduzione quindi dei servizi al pubblico che anche a Lucca abbiamo bene imparato a conoscere. Penso soprattutto ai nostri Musei nazionali ma anche all’Archivio di Stato. Per questo ho comunque inviato una lettera al ministro Franceschini perché tenga fede a questi impegni e perché si trovino davvero soluzioni strutturali, non provvisorie”.

“Come ho già detto, sembra in atto una progressiva smobilitazione del ministero dei beni culturali dai territori: come se – aggiunge – gli enti locali potessero accollarsi in un prossimo futuro, nemmeno troppo lontano, gli oneri della gestione diretta di biblioteche, musei e archivi. È bene essere chiari: i comuni non hanno né le risorse finanziarie né le competenze per farsi carico di questo patrimonio che è demandato a un ministero centrale dedicato solo a questo scopo. Ricordo che fu fondato nel lontano 1974 da Giovanni Spadolini, ponendo l’Italia a modello di tutto il mondo nella gestione dei beni storici artistici. Abbiamo centinaia di giovani e meno giovani laureati, specializzati e purtroppo disoccupati in questo settore: facciamo i concorsi, investiamo risorse strutturali in questo patrimonio che è una colonna dorsale dello Stato e della nostra democrazia. Continuerò a insistere su questi temi, ad ascoltare i protagonisti del settore e a sollecitare un governo, la cui maggioranza è sostenuta anche dal mio partito, perché i beni culturali non sono utili solo all’economia ma, prima di tutto, sono indispensabili per la nostra anima”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.