Quantcast

Giornata della memoria, tre pietre d’inciampo negli istituti dell’Isi Machiavelli

Mercoledì le cerimonie presiedute dalla dirigente scolastica Maria Cristina Pettorini

Mercoledì (27 gennaio) in occasione della Giornata della memoria l’Isi Machiavelli di Lucca promuove una importante iniziativa per non dimenticare le vittime di una delle pagine più atroci della nostra storia.

In ciascuna delle tre scuole dell’istituto verrà posta una pietra d’inciampo: una nel cortile del liceo classico Machiavelli, una all’ingresso del Civitali e una all’ingresso del liceo delle scienze umane.

L’ iniziativa prende spunto dall’opera dell’artista tedesco Gunter Deming che dal 1992 ha dato l’avvio alla
 collocazione delle Pietre d’inciampo, per invitare tutti a fermarsi, a riflettere e a conservare la memoria
 storica.

La cerimonia commemorativa inizierà alle 8,20 al liceo Paladini con i saluti della dirigente scolastica, Maria Cristina Pettorini e a una rappresentanza di studenti. Dopo la lettura di un brano di Primo Levi tratto dal romanzo Se questo è un uomo, da parte di una studentessa, la dirigente scolastica procederà allo scoprimento della pietra di ottone fissata sul suolo della scuola. Alle 9,30 la cerimonia si ripeterà davanti all’ingresso dell’istituto Civitali e alle 11,15 al liceo classico.

Le tre oietre d’inciampo rappresentano un inciampo ideale, un’occasione quotidiana di riflessione perché, come si legge in ciascuna pietra, “Se dimenticare è impossibile, ricordare è necessario”, frase di Primo Levi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.