Quantcast

Nuovo piano della mobilità e della sosta in città, Confcommercio: “Accolte poche nostre osservazioni, si può migliorare”

Per l'associazione di categoria penalizzate le attività della zona di piazza Santa Maria e via Elisa e poco si è fatto per la zona sud: "Chiediamo di essere coinvolti per le prossime decisioni"

Piano della mobilità e della sosta, piovono le critiche di Confcommercio all’indomani dell’approvazione definitiva da parte del Comune e della presentazione ufficiale delle misure. 

“Dopo oltre un anno di incontri – si legge in una nota di Confcommercio – e confronti a volte anche molto duri con l’amministrazione, portati avanti assieme alla Commissione Città di Lucca e al Centro commerciale Città di Lucca, il Pams è stato approvato dalla giunta. La nostra associazione ha protocollato in questo lasso di tempo, assieme ai suoi organismi, quattro corpose lettere piena di osservazioni puntuali zona per zona, calibrate sugli input pervenuti dalla base dei commercianti che in quelle zone lavorano e di cui conoscono bene dunque le criticità”.

“Fra gli aspetti favorevoli del piano appena approvato dall’amministrazione comunale – prosegue la nota –, rispetto a quelle che erano state le nostre numerose e circostanziate richieste, c’è il reinserimento della previsione di realizzare un nuovo parcheggio a stallo blu a piazzale Verdi, al posto del terminal bus una volta che questi verrà spostato nelle vicinanze della stazione ferroviaria. Le attività commerciali della zona ovest del centro storico, infatti, sono state fra le più penalizzate negli ultimi anni dal punto di vista della sosta a pagamento, visti i tantissimi stalli blu perduti e si citi uno su tutti il caso di piazzale Boccherini”.

“Altro elemento positivo – insiste la nota – a seguito delle nostre osservazioni, è il ritorno al sistema di pagamento a sbarra per il parcheggio Carducci. Come abbiamo sempre sostenuto, il costo calibrato sul consumo effettivo invoglia maggiormente le persone ad utilizzare un parcheggio un po’ distante dal centro storico, al contrario del sistema a parcometro che genera invece l’ansia legata alla scadenza del ticket e il conseguente rischio di una sanzione. Chiediamo che si lavori per superare i problemi che hanno impedito al momento di sancire le stesse modalità anche per il parcheggio Palatucci. Fra gli aspetti positivi c’è infine il confronto che ha permesso di superare i problemi sugli accessi al centro storico di cui soffrivano gli operatori di alcune categorie”.

“Riguardo alla zona nord e in particolar modo a piazza Santa Maria – aggiunge Confcommercio – preoccupa che non sia stata stralciata in modo definitivo dal Pams l’ipotesi di realizzazione di nuovi varchi telematici, uno sotto la porta e l’altro in via Buiamonti, anche se entrambe le soluzioni sono comunque tassativamente vincolate ad una serie di opere precedenti dal punto di vista della viabilità e della sosta. È negativo il nostro giudizio sul piano approvato dal Comune per quello che riguarda la zona est. Nessuna delle nostre puntuali osservazioni è stata accolta, in particolar modo la contrarietà all’introduzione del senso unico in via Elisa e l’arretramento del varco da Porta San Gervasio fino all’incrocio fra via Elisa e via Santa Chiara. Chiediamo a questo punto che l’amministrazione si adoperi per individuare il maggior numero possibile di stalli a servizio delle attività commerciali proprio lungo via Elisa, come indicato nel piano”.

“Riguardo infine alla zona sud –, è insoddisfacente la decisione del Comune di ricavare 30 nuovi stalli blu per compensare i 60 assegnati ai residenti all’interno della ex caserma Lorenzini. Le nostre richieste erano di assegnare un egual numero di stalli gialli e a pagamento nella zona: ai 60 stalli per i residenti, dunque, ne dovevano corrispondere altrettanti a stallo blu”.

“In conclusione – termina la nota -, preme sottolineare come il piano approvato sia solo uno strumento di indirizzo, al quale dovrà essere dato seguito con una serie di atti esecutivi e operativi. Convinti del fatto dunque che ci siano ancora margini per migliorare il Pams, chiediamo sin da ora di essere coinvolti appieno in quelli che saranno i prossimi passaggi da parte dell’amministrazione comunale in materia di viabilità, sosta e accessibilità. Stiamo parlando ad esempio di una serie di misure mirate non soltanto ad individuare nuovi posti a stallo blu, ma anche a valorizzare e rendere fruibili al massimo quelli esistenti”.

 

 

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.