Quantcast

Asse suburbano: la giunta Tambellini approva il documento preliminare alla progettazione dell’opera

Ottocento metri di strada e 7 milioni di euro fi finanziamento: gara d'appalto entro la fine dell'anno

Dopo l’annuncio del finanziamento di 7 milioni di euro che la Regione Toscana ha già inserito nel bilancio di previsione del 2021, l’amministrazione comunale si è messa immediatamente a lavoro per arrivare entro la fine di quest’anno a indire la gara d’appalto per la realizzazione dell’asse suburbano.

Asse suburbano, dalla Regione 7 milioni di euro per la realizzazione: cantiere dal 2022

Stamani (9 febbraio) la giunta Tambellini ha approvato a questo proposito il documento preliminare alla progettazione dell’opera che è attesa da decenni e che, insieme al nuovo ponte sul Serchio, dovrà servire a collegare la riva destra del fiume alle principali strade radiali a est della città, offrendo al contempo all’ospedale San Luca un collegamento veloce ed efficiente con tutto il territorio circostante.

Dell’intero progetto del nuovo asse suburbano, ad oggi risultano realizzati alcuni spezzoni, in maniera frammentaria: il tratto che va dal Brennero fino a via dell’Acquacalda e quello di via Martiri delle Foibe, che collega via della Santissima Annunziata con la via Vecchia Pesciatina. Con il nuovo progetto si andranno quindi a realizzare le parti mancanti, per una lunghezza complessiva di circa 800 metri. In particolare, il primo tratto collegherà la rotatoria di via dell’Acquacalda con l’incrocio di via della Santissima Annunziata, mentre il secondo tratto andrà dalla rotatoria esistente su viale Castracani fino all’intersezione con via Vecchia Pesciatina e via Martiri delle Foibe. Dell’infrastruttura faranno parte una nuova rotatoria su via della Santisssima Annunziata e il sovrappasso della ferrovia; verrà invece adeguata la rotatoria su via dell’Acquacalda.

“Una volta realizzato nella sua interezza – spiega l’assessore ai lavori pubblici Celestino Marchini – l’asse suburbano andrà ad alleggerire il traffico, costituito da autovetture, mezzi commerciali e mezzi pesanti- sulla strada statale del Brennero, sgravando al contempo il carico che è costretto tuttora a sopportare il tratto nord-ovest della circonvallazione. Il tutto, ovviamente, si inserisce nel progetto di più ampio respiro relativo agli assi viari, che allontaneranno definitivamente dalla zona centrale della città il traffico pesante della rete autostradale e diretto alla Statale 12 e viceversa”.

L’asse suburbano sarà progettato tenendo conto del fatto che la nuova strada attraverserà con il suo tracciato le immediate periferie della città densamente popolate: per questo sono previsti percorsi pedonali e ciclabili che renderanno agevoli e sicuri gli spostamenti a piedi e in bicicletta lungo la nuova viabilità.

Alla fine del mese di novembre scorso la giunta aveva inserito l’asse all’interno del piano triennale delle opere pubbliche, approvato poi in consiglio comunale. L’opera è conforme agli strumenti urbanistici vigenti: sarà soltanto necessario reiterare i vincoli preordinati all’esproprio attraverso una variante urbanistica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.