Presidio in piazza S. Michele per chiedere la scarcerazione di Ocalan

Alla mobilitazione aderisce la società di mutuo soccorso Giuseppe Garibaldi di Lucca

La società popolare di mutuo soccorso Giuseppe Garibaldi di Lucca aderendo all’appello lanciato dalla Rete Kurdistan Italia, organizza per domani (15 febbraio) dalle 17 alle 19 un presidio in Piazza San Michele a Lucca per chiedere lo stop alla repressione degli oppositori politici curdi e turchi da parte di Erdogan, la fine delle aggressione militare turca al Rojava e la scarcerazione di Ocalan, leader del popolo curdo.

“Il presidente curdo Abdullah Ocalan – si legge in una nota – è detenuto ormai da 21 anni nell’isola carcere di Imrali in Turchia, colpevole di combattere per la pace, la libertà, i diritti, del popolo curdo e di tutte le minoranze presenti nel paese sottoposto al regime di Erdogan. Il 15 febbraio si svolgeranno in tutta Italia presidi per chiedere, per l’ennesima volta la sua liberazione, invitiamo tutti i cittadini democratici e antifascisti ad una partecipazione forte a tali iniziative. La nostra vicinanza all’esperienza di lotta e di costruzione di un’alternativa politica e sociale in quelle terre ci riguarda da vicino ed è parte di un comune percorso di liberazione. Facciamo sentire ancora la nostra vicinanza alle donne e agli uomini curdi e a coloro che negli anni non hanno mai fatto mancare la propria solidarietà attiva. Abdullah Ocalan è in carcere non solo per responsabilità italiane ed europee ma ha ottenuto, quando già recluso, in Italia lo status di rifugiato politico. Uno status che i nostri governi non hanno mai fatto rispettare al regime di Ankara”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.