Manifesto pro caccia, Psi Lucca: “Inaccettabile e vergognoso”

Il partito lucchese: "A confronto due momenti molto diversi del mondo di oggi"

Inaccettabile e vergognoso“. E’ questo il commento del Partito socialista di Lucca al manifesto affisso dal movimento Caccia, pesca e ambiente apparso qualche giorno fa in Via Martiri delle foibe. Nell’affissione appaiono infatti da un lato tre cacciatori con i cani impegnati in una battuta di caccia con le prede catturate mentre dall’altro un ragazzo in procinto di drogarsi.

“E’ inaccettabile e vergognoso il modo di presentare due momenti molto diversi del mondo di oggi – spiega il Psi -. Il primo, la caccia, uno sport previsto dalla legge ma che riteniamo lontano dal nostro punto di vista etico e dall’altra la droga, frutto di un fortissimo disagio sociale. Nel manifesto non vi è rispetto di nessuna vita né umana né animale. Riteniamo un’ affermazione contraddittoria quella di Cpa, ‘io ho scelto la vita’, il pensiero di poter scegliere sulle altrui libertà non è un valore della nostra società, nella nostra democrazia non si prevede né si riconosce la scelta della morte ma ci si adopera per mantenere la vita di tutti gli esseri viventi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.