Palazzo Ducale si candida come sede espositiva degli Uffizi “diffusi” foto

Entusiasta il presidente della Provincia Menesini: “Progetto ambizioso e bellissimo"

Palazzo Ducale di Lucca, sede della Provincia e della Prefettura, si candida ad essere sede degli Uffizi diffusi di Firenze, così com’è nell’idea del direttore della famosa galleria nazionale, Eike Schmidt, che ha recentemente presentato il progetto di divulgazione e valorizzazione culturale.

Ne dà notizia il presidente della Provincia Luca Menesini il quale, nei prossimi giorni, manderà una disponibilità formale di Palazzo Ducale come una delle numerose sedi distaccate in Toscana (si parla di un numero compreso tra i 60 e i 100 siti – ndr) per quella che si preannuncia una grande operazione culturale senza precedenti in grado di togliere dai depositi e dai magazzini degli Uffizi moltissime opere d’arte mai esposte al pubblico e, al tempo stesso, di valorizzare musei civici, palazzi, ville e altre storiche location che accoglieranno le opere degli Uffizi.

Il direttore Schmidt ha recentemente presentato il progetto alla Commissione cultura del consiglio regionale della Toscana che l’ha accolto favorevolmente. In contemporanea ha chiesto aiuto alle istituzioni pubbliche locali, ai Comuni e in particolare alla Regione Toscana per portare avanti un progetto almeno triennale su larga scala e che, strada facendo, potrà implementare il numero di sedi che accoglieranno le opere d’arte.

Entusiasta il presidente della Provincia di Lucca, Menesini, che crede fermamente nell’idea di Schmidt: “Si tratta di una grande opportunità culturale e rappresenta un’iniziativa lungimirante per il settore turistico che ha sofferto tantissimo dall’inizio della pandemia – dichiara –. C’è tempo per mettere a punto un progetto molto interessante che da una parte consentirà di togliere dai magazzini opere mai viste e, dall’altra, di valorizzare i luoghi che le esporranno, creando dei percorsi museali ad hoc, magari ripercorrendo la storia dei territori. Inoltre questo potrà essere anche un ottimo volano per la ripresa futura del settore del turismo culturale che a Lucca e nella sua provincia, prima dell’emergenza Covid, faceva registrare numeri di tutto rispetto e in progressiva crescita”.

Palazzo Ducale – che rappresenta da otto secoli il centro politico-amministrativo di Lucca e che ha avuto un’evoluzione architettonica legata alle vicende politiche della Res Publica Lucensis – si candida quindi come museo diffuso degli Uffizi fiorentini: “Le straordinarie sale del Quartiere di Parata dell’edificio – aggiunge Menesini – ma penso anche a qualche altra sala del Palazzo, sono molto adatte a questo progetto. Noi ci crediamo e, nella speranza che la nostra candidatura venga accolta, ci rendiamo disponibili fin da subito ad organizzare i necessari sopralluoghi con i collaboratori del direttore della Galleria degli Uffizi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.