Quantcast

“No alle ringhiere sulle Mura”: online la petizione di SìAmo Lucca

Il gruppo: "Rispettiamo la nostra storia, le Mura non si toccano”.

Ci siamo. Come già annunciato da SìAmoLucca, è stata appena lanciata online la petizione popolare per dire no a nuove ringhiere invasive sulle Mura che in pochi minuti conta già oltre 80 firme. La lista civica ha dato dunque seguito a quanto aveva annunciato nelle scorse ore, avviando al momento l’iniziativa su una piattaforma on line, Change.org. Chi vuole può dare la propria adesione cliccando qui.

“Il Comune di Lucca – scrive il gruppo – vuole installare ringhiere anticaduta nella parte interna delle mura, estendendole a gran parte del perimetro del monumento: una serie di parapetti metallici che saranno inseriti anche all’interno dei baluardi. L’operazione rientra nel piano di sicurezza della cerchia urbana, ma rischia di snaturare per sempre il simbolo della città. Riteniamo più che sufficiente potenziare la segnaletica sui rischi, sostituire le alberature mancanti e procedere a un potenziamento dei controlli dei vigili urbani. Di protezioni ce ne sono già molte, si può in alternativa intervenire su due o tre punti più rischiosi ma non oltre. Rispettiamo la nostra storia, le Mura non si toccano”.

A commentare il lancio della petizione on line è l’ex candidato sindaco Remo Santini, che ha ideato l’iniziativa insieme alla lista civica SìAmoLucca di cui è attualmente capogruppo in consiglio comunale. “Andiamo avanti con convinzione – spiega – perché come abbiamo già avuto modo di spiegare il nostro è un tentativo di migliorare notevolmente il piano presentato dal Comune, in quanto la conferenza dei servizi è ancora aperta e c’è la possibilità di apportare modifiche ad un piano che riteniamo davvero esagerato. La petizione on line, per la quale ci auguriamo ci sia un bel riscontro, è quindi anche un modo per dare un contributo al dibattito”.

Santini è il primo ad aver firmato la petizione: “Per SìAmoLucca – conclude – vale a pena aderire ‘per difendere la nostra storia. Gli esiti della consultazione verranno poi consegnati all’amministrazione comunale”.

E intanto la bacheca della petizione si riempie di commenti, arrivando in poche ore già a 60 firme: “È assurdo – scrive un cittadino – rovinare un meraviglioso monumento simbolo della nostra città per l’incoscienza di poche persone”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.