Chiude un mese e cambia volto il Mc Donald’s di San Concordio. E nel 2023 potrebbe sbarcare in città

Restyling di locale e cucine a partire da mercoledì (24 febbraio). Il gestore Pino Iacopelli: "Pronti per la ripartenza"

È la catena di fast food più famosa al mondo e una delle più note in Italia. Sbarcato a Lucca da vari anni sul viale Europa, grazie anche alla sua posizione proprio all’uscita dell’autostrada, il Mc Donald’s ha riscosso subito molto successo così da guadagnarsi una vasta clientela, sfoltita purtroppo quest’anno dalla pandemia.

Tuttavia, nell’attesa dell’estate e con la speranza di una rinascita totale dell’attività, il Mc Donald’s di San Concordio si proietta verso una vera e propria rivoluzione, che coinvolgerà a pieno sia l’assetto architettonico interno ed esterno, compreso il Mc Drive, sia la cucina: con l’introduzione di un’ampia gamma di nuovi macchinari ultra tecnologici.

Non si tratterà infatti di un semplice intervento di manutenzione, quanto di un restyling da centinaia di migliaia di euro per un rinnovamento praticamente totale della struttura. “Trasformeremo la cucina, elemento essenziale per un’attività ristorativa come la nostra, introducendo impianti molto più all’avanguardia di quelli odierni – spiega Pino Iacopelli, gestore delle attività a Lucca e a Lammari – Soluzioni ultra moderne sono previste anche per gli arredi, che assumeranno uno stile alla moda. Sempre per quanto riguarda gli interni, è previsto il Mc cafè, ovvero un angolo caffetteria con le tipiche colazioni italiane, e molte innovazioni toccheranno anche gli esterni fra cui il Mc Drive”.

“È un cambiamento importante – continua Iacopelli – sia nell’immagine sia nella sostanza, supportata da una innovativa gestione delle ordinazioni. Saremo quindi pronti a riaprire i battenti in un ambiente molto più comodo e accogliente dell’odierno già a fine marzo-inizio aprile: le tempistiche – spiega – sono all’incirca di quattro settimane a partire da mercoledì prossimo (24 febbraio, ndr), data di chiusura dell’attività sul viale Europa. Un periodo di tempo purtroppo dilatato dalla pandemia, che ha già rimandato di un anno i lavori”.

Previsto inizialmente per il 2020, il restyling che donerà un nuovo look al Mc Donald’s sul viale Europa inizierà infatti con un anno di ritardo, e procederà con tempi più lenti. Tuttavia, “La strategia della catena a livello nazionale non è rimandare ulteriormente i lavori, quanto iniziarli nel periodo fra febbraio e marzo proprio per essere pronto in estate o a settembre per la ripresa, nonostante la situazione ancora molto precaria dettata dalla pandemia”, osserva Iacopelli.

Pandemia che allontana, senza tuttavia demolirli, anche propositi di vecchia data: l’apertura in centro storico. “L’intenzione c’è da tempo, ma risulta impossibile ad oggi fare previsioni. Sicuramente non prima dell’estate e dell’anno nuovo: dovremo aspettare il 2023. Avviare un’attività in città – conclude Iacopelli – è una bellissima idea che alimentiamo da anni, ma rimane ad oggi solo una speranza per il futuro. Le cause? Sono intuibili: alle solite difficoltà burocratiche si aggiungono quelle legate alla pandemia. La location poi è ancora tutta da definire, ma ci auguriamo davvero di poter concretizzare questo sogno nel più breve tempo possibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.