Quantcast

Assembramenti prima del derby di Milano, è polemica sui social

Ristoratori e titolari di palestre sul piede di guerra: "Qualcuno ci dia delle risposte"

È polemica per il gran numero di tifosi che si sono presentati ai cancelli di San Siro in attesa delle squadre che avrebbero dovuto disputare nel pomeriggio in derby fra Milan e Inter. A scendere sul piede di guerra per le scene di palese assembramento dei tifosi in particolare le categorie più colpite dalle chiusure, ristoratori e titolari delle palestre.

Infuriata Marina Malfatti della Ego Wellness sui social: “Palestre e piscine devono stare chiuse, non si possono fare attività di gruppo di alcun tipo, neppure rispettando i protocolli. Non ci si può spostare di comune, non possiamo vedere persone che non sono nostri familiari. Siamo chiamati con grande spirito di unione nazionale e fare sacreifici. Dunque? Di cosa stiamo parlando? Chi controlla questo? Chi decide che la Lombardia è zona gialla e la Toscana arancione? Mi limito e mi fermo qui, ma qualcuno deve dare delle risposte a tutto questo”.

Sul tema anche interventi istituzionali: “Amo il calcio – dice il presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo – è una delle mie più grandi passioni. Ma non è accettabile che ci possano essere comportamenti come quelli visti oggi a Milano fuori da San Siro. È una mancanza di rispetto nei confronti di tutti gli italiani che rispettano le regole e soffrono la pandemia e le restrizioni. Non si può vanificare il sacrificio di tanti per la stupidità di pochi e non c’è giustificazione che tenga. Spero che questi incoscienti vengano identificati e puniti applicando le sanzioni amministrative previste dai decreti legge”.

Se vuoi dire la tua sul tema scrivi a redazione@luccaindiretta.it o invia un messaggio Whatsapp al 346.6194740 con nome, cognome e professione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.