Quantcast

Il questore Alessandra Cordella in visita alla Scuola Imt

Impegno condiviso sul territorio, attenzione a cybersecurity e sicurezza, interscambio e spirito critico sono stati temi di scambio e riflessione condivisa

Questa mattina (4 marzo) la questora della città Alessandra Faranda Cordella ha visitato per la prima volta la Scuola Imt Alti studi Lucca. Ad accoglierla all’ingresso principale del campus in piazza San Francesco il direttore Pietro Pietrini, il direttore Amministrativo Giulio Bolzonetti e i professori Maria Luisa Catoni e Rocco De Nicola, coordinatori dei due percorsi di dottorato della scuola.

Dopo aver effettuato il triage secondo le norme di sicurezza vigenti Cordella è stata accompagnata da Franco Mungai – direttore tecnico della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca – in un breve tour del campus e della Chiesa di San Francesco. Nella sagrestia adiacente alla cappella Guinigi, Pietrini ha poi illustrato la scuola e la sua organizzazione.

La parola è poi passata a Catoni e De Nicola per un racconto della ricerca nella scuola e infine Bolzonetti per la presentazione del comparto tecnico-amministrativo. Impegno condiviso sul territorio, attenzione a cybersecurity e sicurezza, interscambio e spirito critico sono stati temi di scambio e riflessione condivisa. “Per troppo tempo si è pensato che la specializzazione fosse la panacea di tutti i mali – ha detto la questora– ma come la salute nasce da un insieme di fattori, così per la società”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.