Quantcast

Cyberbullismo, all’Isi Machiavelli webinar sui rischi della rete foto

Erano collegati anche Donatella Buonriposi e l'ispettore di polizia Massimo Sodini

Giovedì scorso (4 marzo), sulla piattaforma on line dell’Istituto Machiavelli di Lucca e in diretta streaming, si è svolto un webinar dal titolo Non cadere nella rete, rivolto a tutti gli alunni del biennio delle tre scuole dell’Isi: Liceo Classico Machiavelli, Liceo delle Scienze umane Paladini e Istituto professionaleCivitali..

L’evento ha avuto quale finalità prioritaria quella di mettere in primo piano i pericoli ai quali i più giovani sono esposti navigando in rete, passando molto tempo sui social, tanto più in questo periodo di lunghe restrizioni sociali dovute alla pandemia e di ascoltare gli alunni, le loro perplessità, le loro paure e le testimonianze.

La dirigente scolastica Mariacristina Pettorini, dopo aver aperto i lavori e illustrato le finalità dell’evento, ha salutato gli illustri ospiti e ha dato la parola al provveditore, Donatella Buonriposi, che ha espresso tutto il suo plauso per l’iniziativa inserita nel progetto triennale programmato dalla commissione della scuola per “l’educazione alla pace alla legalità e alla cittadinanza responsabile” e pienamente rispondente alle azioni e agli interventi previsti nel Protocollo provinciale per la lotta contro il bullismo e il cyberbullismo sottoscritto 3 anni fa dal mondo della Scuola lucchese, dalla prefettura, questura, arma dei carabinieri, guardia di finanza, procura, Asl e Provincia.

La senatrice Elena Ferrara, prima firmataria della legge 71/2017, ha presentato l’impianto normativo della legge a tutela dei minori da lei fortemente sostenuta e la storia di una sua alunna, Carolina Picchio, che ha segnato profondamente la sua esperienza di insegnante, mentre l’ispettore superiore Massimo Sodini, della Questura di Lucca, con grande professionalità, ha esplicitato le conseguenze cui gli adolescenti e le loro famiglie possono andare incontro in casi di bullismo o cyber bullismo.

L’incontro cui hanno partecipato oltre 500 alunni ha visto ospiti e relatori impegnati nel declinare i molteplici aspetti inerenti sia l’uso sia i rischi di un uso scorretto della rete e ha suscitato grande interesse e partecipazione da parte degli studenti che hanno rivolto numerose domande agli esperti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.