Quantcast

Dall’ex oleificio Borella a Pulìa, approvati 18 progetti per il bando regionale foto

Una raffica di interventi programmati nei quartieri e nei paesi di Lucca

Per l’amministrazione comunale la Lucca del futuro vicino è principalmente riqualificazione urbana, verde pubblico, sport, sostenibilità, socialità, mobilità alternativa, residenzialità. Nelle due giunte comunali di ieri ed oggi sono stati approvati 18 studi di fattibilità che parteciperanno all’assegnazione dei fondi previsti dal governo per il programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare. I progetti si concentrano in due zone: San Concordio, dall’area Gesam al parco ferroviario fino ai Macelli (8 progetti), Ponte a Moriano (8 progetti) e zona urbana nord e parco fluviale (due progetti) e con il via libera della giunta potranno partecipare all’apposito bando regionale che scade martedì prossimo (16 marzo).

“Dopo gli importanti cantieri conclusi o ancora in corso nei quartieri di Sant’Anna, San Vito e San Concordio, abbiamo impegnato gli uffici nella progettazione di un piano che prevede una serie di interventi concentrati soprattutto nella fascia sud e a Ponte a Moriano, destinati a caratterizzare fortemente i prossimi anni di Lucca – afferma il sindaco Alessandro Tambellini – Questo è il frutto dell’attenzione che abbiamo voluto focalizzare su molte aree periferiche del territorio o su edifici abbandonati, per sottrarli al degrado, riportarli a nuovi usi, in una realtà che deve puntare a uno sviluppo sostenibile incentrato sulla qualità della vita dei cittadini, sul senso di comunità e sulla presenza di nuovi spazi che assolvano alle esigenze culturali e sociali del nostro territorio. Questa è la visione che vogliamo perseguire per Lucca, fatta di tanti tasselli grandi e piccoli che completano un grande e ambizioso quadro generale”.

Quartieri Social San Concordio ‘abitare sostenibile’

È prevista la riqualificazione dell’area dell’ex Oleificio Borella con una spesa di oltre euro 8,1 milioni di euro per realizzare un nuovo complesso abitativo di appartamenti a canone agevolato grazie a un progetto fortemente connotato sulla comunità. Ci saranno servizi e attrezzature comuni, favorendo dinamiche di coesione sociale tra i condomini e con il quartiere e saranno impiegate tecnologie sostenibili e per il risparmio energetico.

Qualità dell’abitare, cambia volto un’intera area di città: ecco i progetti nel dettaglio fra i Macelli e San Concordio

Segue il completamento della riqualificazione dell’area ex Gesam per un importo di oltre euro 4,1 milioni. Nella palazzina uffici verranno realizzati otto appartamenti per la cosiddetta ‘transizione abitativa’ di famiglie e singoli in difficoltà. Il gasometro, la piazza antistante e il chiesone saranno adibiti a spazi per attività giovanili, laboratori, esposizioni temporanee o spettacoli, attività di co-working, studio e ricreative.

Ricostruzione dell’area del Mercato Ortofrutticolo di Pulia per un costo di 3,2 milioni: è prevista la realizzazione di una grande piazza pubblica verde capace di accogliere i grandi eventi conservando una parte destinata all’attività mercantile secondo le esigenze odierne.

La trasformazione dell’ex scalo merci ferroviario da destinare a centro intermodale terminal bus per una spesa di euro 2,5 milioni con parcheggi e risistemazione della viabilità dell’area.Realizzazione di un sottopasso sulla linea ferroviaria Lucca – Aulla per un importo di 1 milione di euro. I due quartieri divisi dalla ferrovia saranno collegati con una ampia pista ciclopedonale a doppia corsia da via Orzali a via Ingrillini; con accesso quindi alla piazza prevista nell’intervento di recupero dell’ex Oleificio Borella, quale spazio di incontro di socializzazione.

Terminal bus alla stazione, ecco il progetto: Comune tratta con Ferrovie per un parcheggio scambiatore più ampio

Adeguamento della passerella ferroviaria esistente fra piazzale Risorgimento e via Vincenzo Civitali per una spesa di circa 500mila euro. In particolare saranno inseriti due ascensori utilizzabili anche per le biciclette che renderanno completamente accessibile la struttura.

È prevista anche la realizzazione di una pista ciclabile lungo via Squaglia per un costo di 197mila euro e la riqualificazione via dei Pubblici Macelli con inserimento di pista ciclabile per un l’importo di euro 166 mila euro.

Gli interventi per la zona urbana nord

Sono previsti il recupero del secondo piano dell‘istituto Carlo del Prete, sul viale omonimo da adibire a casa rifugio – struttura di cohousing, per un importo di 319mila euro e il restauro e riqualificazione (3.8 milioni) nel parco fluviale della cosiddetta Vecchia Guardia dove saranno sistemate attività ricettive con servizi dedicati, spazi museali, espositivi e per la didattica.

Articolati i progetti per i quartieri social a Ponte a Moriano. Nel dettaglio è prevista la riqualificazione di piazza Cesare Battisti e realizzazione di un parco urbano nell’area retrostante attigua al parcheggio di piazza Mennucci per una spesa complessiva di 3,3 milioni di euro.

Ponte a Moriano, 14 milioni per la riqualificazione del paese da Saltocchio alla Vecchia Guardia

Si progetta anche il restauro degli alloggi di edilizia popolare nei locali ex Manichino di Saltocchio, creazione di nuovi giardini e spazi comuni, sia all’aperto che in ambienti protetti, in modo da incrementare significativamente la qualità dell’abitare dei residenti per un importo totale di 2,9 milioni.

Il Comune punta anche alla riqualificazione dello spazio pubblico antistante il stadio di Saltocchio: il parcheggio pubblico sarà integrato con una postazione di bike sharing, stazioni di ricarica per mezzi elettrici, realizzazione di percorsi pedonali protetti tutto per una spesa di 1,1 milioni.

A questo si aggiungerà anche la realizzazione di parco urbano lungo via Lorenzo Viani, riqualificazione completa con ampie aree verdi attrezzate con panchine, gazebo e area giochi con limitrofo parcheggio per 1,4 milioni di euro e la riqualificazione del campo polivalente di via Giovanni Volpi: rifacimento del campo polivalente per adeguarlo al gioco del basket e del calcetto nonché funzionale come pista da pattinaggio per 374mila euro.

Previsti anche restauro e nuova destinazione dei locali del piano terra dell’ex circoscrizione di Ponte a Moriano, da adibire a circolo per attività ricreative, presidio comunale telematico, aula didattica, altri spazi pubblici e inserimento di un percorso pedonale lungo via San Gemignano a Ponte a Moriano per un costo di 611mila euro.

È progettata anche la riqualificazione del marciapiede lungo via Nazionale euro 596mila euro e la riqualificazione del tarco fluviale a Ponte a Moriano e della viabilità lungo il corso d’acqua attrezzandolo con elementi per lo sport e le attività ludico-ricreative 576mila euro.

Infine sono stati inseriti nel piano generale approvato nelle delibere della giunta anche i progetti già precedentemente approvati e finanziati dall’amministrazione ossia la ristrutturazione ed efficientamento del Teatro Idelfonso Nieri e l’intervento al tempietto dell’acquedotto del Nottolini già in corso.

Il costo complessivo dell’operazione per il programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare ammonta a 36389256,47 di euro di cui euro 3287000 già finanziati con risorse dell’ente o altri fondi, 540mila di cofinanziamento (Regione Toscana e mutuo con Cassa depositi e prestiti) , euro 2617981,21 ricorrendo ad un apposito mutuo della durata di 20 anni ed euro 29944275,26 di richiesta di finanziamento statale.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.