Quantcast

Taxi, scatta il ricorso al Tar contro il nuovo regolamento

Artusa contro il via libera del consiglio comunale: "Non c'è stata alcuna concertazione"

“Impugneremo il nuovo regolamento Taxi al Tar”: è quanto dichiarano in una nota congiunta il presidente Artusa e il responsabile per la provincia di Lucca Antonello Fambrini dopo il via libera di ieri sera (4 maggio) in consiglio comunale.

Nonostante tutte le palesi illegittimità e la mancanza di confronto con le categorie interessate, il consiglio comunale di Lucca ha approvato a maggioranza il nuovo regolamento taxi/ncc che siamo costretti ad impugnare al Tar Toscana. L’assessora Martini spiegherà in quella sede con chi ha concertato e a quale normativa risponde visto che il regolamento appena approvato si pone in violazione della legge quadro 21/92 al posto di applicarlo a Lucca.  Inquietanti sono anche i commenti dell’opposizione che fanno riferimento a contenziosi privati e ricatti? Di cosa parlano? Cosa sta succedendo a Lucca?”.

“Invitiamo – si legge in una nota – tutta la categoria ncc ma anche i rappresentanti taxi a mettersi in contatto con noi per sostenere e coordinarsi nella preparazione del ricorso. Non solo è mancato il confronto ma sono mancate delle spiegazioni e soprattutto dei riferimenti normativi su cui discutere. Lo faremo al Tar perché a differenza di alcuni politici a noi non bastano gli slogan, ma servono regole chiare e soprattutto conformi alla legge”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.