Quantcast

Nell’area sportiva delle Tagliate la nuova struttura polifunzionale che ospiterà la piscina ludico-motoria

Tramonta l'ipotesi della collocazione alla palestra Bacchettoni. Plauso alla nuova struttura dal Coordinamento nazionale famiglie disabili

Nelle prossime settimane sarà affidato l’incarico per la progettazione di una nuova struttura sportiva polifunzionale che ospiterà la piscina ludico-motoria precedentemente proposta all’interno della palestra Bacchettoni.

L’amministrazione Tambellini è giunta a questa conclusione a seguito di un percorso condiviso che ha visto l’impegno degli assessori ai lavori pubblici Francesco Raspini, all’urbanistica Serena Mammini, al sociale Valeria Giglioli, allo sport Stefano Ragghianti e la consigliera alla sanità Cristina Petretti e il presidente del Consiglio comunale Francesco Battistini, in stretta collaborazione con il tavolo delle disabilità e le altre associazioni che si erano fatte promotrici della realizzazione della struttura.

Il luogo scelto è la zona delle Tagliate nel grande complesso sportivo delle che include Palazzetto dello Sport e Campo Coni. L’amministrazione conta di giungere alla fine dell’estate all’approvazione del progetto e alla relativa variante urbanistica necessaria alla realizzazione dell’opera. Intanto è stato affidato l’incarico per la progettazione anche della Bacchettoni.

“La piscina ludico-motoria rappresenta una priorità per l’amministrazione Tambellini – dichiarano gli amministratori che hanno contribuito alla definizione del progetto – ci siamo confrontati e abbiamo valutato tutte le possibilità ma abbiamo concluso, anche a fronte di un impegno progettuale e finanziario maggiore, che la migliore soluzione era quella di un edificio ex novo, polifunzionale, che quindi potrà essere progettato e realizzato tenendo conto in modo più aderente delle esigenze necessarie a quel tipo di struttura, adottando le migliori soluzioni, anche dal punto di vista dell’efficienza energetica e delle norme strutturali. Un luogo facilmente raggiungibile, perfettamente accessibile, servito da ampi parcheggi a pochi passi dal centro storico dove tutti si possono sentire accolti in un unico spazio verde e dedicato alle attività sportive”.

“Mercoledì ci siamo presentati all’incontro con l’amministrazione pensando che avesse optato a non voler realizzare la vasca ludico motoria alla palestra Bacchettoni per convinzioni ‘ideologiche’. Invece abbiamo potuto constatare che il progetto che ci è stato presentato alle Tagliate è ben strutturato, avrà comunque un intento inclusivo e non ghettizzante. Una palestra, una vasca e luoghi per il relax aperti a tutta la cittadinanza, un luogo deputato allo sport, inteso come movimento, come sano stile di vita, non necessariamente legato all’agonismo – afferma Elena Piantanida del Coordinamento nazionale famiglie disabili e promotrice della raccolta di firme per la palestra ludico-motoria – Il mondo sportivo è variegato, non tutti possono diventare campioni, e anche le persone con disabilità (che io in parte rappresento con la nostra associazione) vorrebbero potersi avvicinare allo sport senza essere emarginati. Ho conosciuto in questi anni di attività in associazione, tanti bambini – ragazzi – adulti che con le loro ‘abilità’ non potrebbero mai accedere a sport agonistici (di certo neppure paraolimpiadi) eppure gioiscono e si entusiasmano a provare attività sportive che gli consentono di fare movimento (non riabilitazione) gli consentono di socializzare (non solo tra persone con disabilità) gli consentono di stare in un ambiente sano (e non sanitario). Concludo col dire che ci auspichiamo che l’entusiasmo che abbiamo constatato nel sindaco e negli assessori che ci hanno ricevuto e proposto questo progetto continui a mantenersi vivo nel tempo per concretizzare un’opera che con le sue potenzialità potrà senz’altro portare benessere a moltissimi cittadini. Noi vigileremo affinché l’entusiasmo non si affievolisca”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.