Quantcast

Acqua non potabile, scatta l’ordinanza per Gignano di Brancoli

L'Asl ha rilevato la presenta di batteri a un livello non conforme alla norma

Acqua non potabile in alcune zone della Brancoleria. Questo pomeriggio (28 maggio) il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, ha firmato un’ordinanza con cui vieta l’uso potabile dell’acqua erogata dall’acquedotto nella frazione di Gignano di Brancoli. L’acqua potrà essere utilizzata a scopo potabile solo se sottoposta a trattamento di disinfezione attraverso la bollitura.

L’Azienda Asl Toscana Nord Ovest ha infatti rilevato in un punto di prelievo valori batterici non conformi alla norma e ha richiesto al gestore della acquedotto di individuare le cause, indicare gli interventi tecnici predisposti e procedere a nuovi prelievi di controllo. L’ordinanza di non potabilità dell’acqua nella frazione resterà in vigore fino a nuova ordinanza che darà conto all’attuazione degli interventi richiesti e del ripristino dei valori microbiologici di legge.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.