Quantcast

Torna CardioLucca, la scienza riparte dal San Francesco

Dall'8 al 10 luglio in città i massimi esperti della cardiologia

Torna l’incontro scientifico internazionale CardioLucca: l’edizione 2021 si terrà dall’8 al 10 luglio all’auditorium di San Francesco. Il meeting, organizzato da Francesco Bovenzi, direttore della Cardiologia ed Emodinamica dell’Ospedale San Luca di Lucca, sarà un importante momento cittadino per far ripartire la cultura e la scienza e si svolgerà con due formule: una in presenza limitata a duecento partecipanti e l’altra virtuale con mille cardiologi collegati su un’evoluta piattaforma web.

Tra gli invitati, spiccano i nomi di autorevoli scienziati della medicina come Robert Bonow, Vera Rigolin, Alberto Mantovani e Fausto Pinto: tutti contribuiranno a chiarire i misteri di questo insidioso virus e gran parte delle implicazioni che Covid-19 ha avuto sulla salute. Nell’accattivante programma della tre giorni, sabato 10 luglio, è inserito un forum cittadino, primo nel suo genere in Toscana e un’opportunità per la città, dal titolo Ripensare la salute al tempo della pandemia condotto dal noto volto dei canali Rai Michele Mirabella.

Al Forum sono state invitate numerose autorità locali e regionali, rappresentanti delle istituzioni, dell’azienda Toscana nordovest e noti giornalisti per dar vita a un dibattito sul binomio virus e società civile, scuola resiliente, economia precaria, solidarietà e sul nostro efficace sistema sanitario. “La Cardiologia del San Luca – afferma Bovenzi – rappresenta per l’azienda e per la comunità cittadina, che sentiamo molto vicina a noi, un motivo di orgoglio per il valore scientifico e umano che siamo capaci di esprimere nell’assistere chi soffre. La pandemia ha messo a dura prova i sistemi sanitari di tutto il mondo con conseguenze sociali, economiche e assistenziali che fanno comprendere quanto sia importante riferirsi a una sanità efficiente e completa in tutte le sue articolazioni. A Lucca siamo stati tra i primi a far comprendere ai cittadini l’importanza di aderire alla campagna vaccinale anti Covid-19: unica svolta e scelta di vita”. Bovenzi, che lo scorso anno sul tema della pandemia scrisse il libro La strada del Coraggio. Parabola di un virus, è certo che la ricerca clinica e il coraggio dei medici possano arrivare a battere la pandemia.

“Nuovi farmaci ad azione diretta, somministrati per via orale, sono allo studio per ridurre la replicazione virale, controllare la trasmissione, diminuire la possibilità di ammalare e la mortalità. – aggiunge – oggi, sono i vaccini la nostra unica certezza, la vera frontiera della scienza, il solo patrimonio capace di proteggere la società civile desiderosa di ripartire. In questo devastante periodo che ci lasciamo alle spalle CardioLucca è un importante testimone del desiderio di rinascere dal buio della sofferenza. Lucca è ospitale per vocazione, ricca di storia, di musica, di arte e di scienza, per noi è un patrimonio culturale che sceglie di ripartire dalla scienza del cuore per vincere ogni male e proiettare la società, i giovani, in un futuro di fiducia e di speranza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.