Quantcast

Mura, ok al piano per la sicurezza: giù solo gli alberi a alto rischio

Il via libera della giunta. Intanto deciso l'abbattimento di 11 piante in viale Marconi

Nella giunta comunale di ieri (9 giugno) è stato approvato – confermando le opere già precedentemente presentate – il progetto definitivo per il restauro, il miglioramento della sicurezza e la valorizzazione delle Mura di Lucca, finanziato con un contributo di 2 milioni di euro dal ministero della cultura. Il 6 maggio scorso si è chiusa la conferenza dei servizi che ha accolto le prescrizioni ricevute fra cui quelle della Soprintendenza relative alla progettazione della cartellonistica definitiva.

Inoltre per quanto riguarda il progetto della parte arborea l’amministrazione ha stabilito criteri per la conservazione e valorizzazione degli alberi presenti. In particolare saranno oggetto di sostituzione solamente gli esemplari classificati dalle perizie agronomiche nelle classi più alte per il rischio di crollo e cedimento della schedatura Vta ossia C/D e D quindi pericolosi per le persone.

A questo proposito, a conclusione delle perizie redatte e depositate dalle agronome Irene Benvenuti e Letizia Cipresso, è stata firmata questo pomeriggio un’ordinanza per l’abbattimento di 11 alberature collocate in viale Marconi: 9 tigli e 2 lecci. Un dodicesimo albero, un faggio rosso, sarà invece abbattuto a Ponte a Moriano. Tutti questi alberi sono risultati dalle indagini approfondite in classe D, la massima per il rischio di collasso, per cui è prescritto l’abbattimento urgente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.