Quantcast

Bilancio, un milione per gli aiuti alle attività. Pioggia di euro per le nuove riqualificazioni, ok del Consiglio

Lemucchi snocciola i numeri: “900mila per il sociale, 800mila alla cultura"

Bilancio e lavori pubblici al centro del consiglio comunale di Lucca di questa sera (29 luglio, clicca qui per riguardare l’intera seduta).

La prima pratica discussa riguarda il bilancio di previsione 2021-2023, salvaguardia degli equilibri di bilancio e assestamento generale, verifica dei provvedimenti e approvazione. Il punto all’odg, così come fatto in commissione, è stato presentato dall’assessore Giovanni Lemucchi.

Lavori pubblici, i finanziamenti per i progetti Pinqua nel piano triennale

 

“Con la delibera di stasera del consiglio comunale – la cosiddetta ‘salvaguardia’ – si certifica il permanere degli equilibri di bilancio del comune di Lucca -le parole di Lemucchi -. In tal senso si è espresso il Collegio dei revisori con un parere molto articolato che fa parte del documento approvato. L’esercizio 2021, come previsto, continua ad essere condizionato dal punto di vista economico dal protrarsi dell’emergenza sanitaria, in particolare per quanto riguarda i bilanci degli enti locali si registrano considerevoli riduzioni delle entrate e significativi incrementi di spesa strettamente legati alla situazione sanitaria e sociale. Consapevoli già dall’anno scorso di queste difficoltà, ci siamo mossi per avere nel 2021 margini di manovra finanziaria che ci consentissero di intervenire in maniera significativa nei settori più colpiti e in particolare sul sociale, la scuola, le attività economiche, il turismo e la cultura. Voglio ricordare che l’amministrazione già dallo scorso anno è intervenuta con misure molto importanti, in particolare con la manovra economica ‘Lucca riparte’. Anche a partire dall’inizio di questo 2021 abbiamo messo in campo energie economiche volte a sostenere i settori più danneggiati: eliminazione per tutto il 2021 della tassa di soggiorno, dei ticket di accesso per i bus turistici e per i canoni di concessione del suolo pubblico; riduzione dei canoni per l’utilizzo di immobili comunali destinati alle attività produttive; riduzione dei canoni per l’utilizzazione di sedi e spazi comunali ai soggetti del terzo settore; contributo per la riduzione Tari alle categorie economiche interessate alle chiusure e restrizioni per il Covid19; misure urgenti per la solidarietà alimentare e di sostegno alle famiglie”.

“Con questa motivazione grazie a tre fattori collegati fra loro – prosegue -, cioè il consistente avanzo di amministrazione registrato nel 2020, la decisione di spostare sul 2021 alcune entrate e non ultimo i cosiddetti ‘ristori’ assegnatici dal Governo, siamo in grado di mettere in campo nuovi interventi molto significativi in particolare sulla parte della spesa corrente mettiamo a disposizione 8 milioni di euro. In particolare tra le voci più significative: 900mila euro circa sul sociale per supportare ulteriormente i cittadini in difficoltà; 1 milione di euro per l’assegnazione contributi a sostegno delle attività economiche maggiormente colpite (fra queste misure viene riproposto il bando per il contributo affitto); ulteriori 650mila euro vengono destinati alla scuola per la ristorazione scolastica e i nidi d’infanzia. C’è inoltre un incremento consistente per la cultura con 800mila euro che verranno utilizzati nel bando Vivi Lucca e per i progetti di valorizzazione della Biblioteca Agorà. 200mila euro di maggiori risorse sono assegnate a sostegno delle attività sportive che hanno già usufruito nel 2020 dell’abbattimento dei canoni degli impianti, 94mila euro sono invece assegnate per il noleggio delle torri faro dello stadio Porta Elisa per la prossima stagione calcistica. 273mila euro andranno in rimborsi tributari e 140mila per l’Ufficio di gabinetto. Da rilevare che il fondo di 1.2 milioni di trasferimenti dal Governo, è stato interamente accantonato in previsione di essere utilizzato a settembre nel settore sociale e, in particolare, per le famiglie in difficoltà, nella forma di contributi per gli affitti e per le utenze domestiche, per le morosità incolpevoli e in parte sulla scuola e sui nidi d’infanzia con progetti volti a recuperare il disagio legato alla pandemia”.

“Complessivamente – precisa Lemucchi – le risorse che ci sono state assegnate dal Governo per l’assolvimento delle funzioni fondamentali assommano a 6.520.000 euro che vanno a coprire le mancate entrate per la tassa di soggiorno (850mila euro), ticket bus (500mila euro), Cosap (957mila euro), ingressi torri e Orto botanico (300mila euro), minori sanzioni (2 milioni di euro), canoni delle società sportive (100mila euro), parcheggi (1.2 milioni di euro) ed altri introiti meno significativi). La situazione di cassa è favorevole con giacenze superiori ai 32 milioni di euro che di conseguenza certificano l’assenza di tensioni finanziarie e il puntuale adempimento dei pagamenti con i fornitori. La parte riguardante gli investimenti è prevalentemente dedicata ai progetti di riqualificazione urbana Pinqua 1 e 2. Merita di essere messo in rilievo l’intervento di 500mila euro per l’acquisto di un immobile a Vicopelago che sarà destinato all’edilizia pubblica, 355mila euro per il rinnovo di 11 varchi elettronici della zona a traffico limitato e l’acquisto di altri due nuovi, inoltre l’acquisto di arredi e attrezzature per le scuole, i parchi giochi e gli uffici comunali; in totale sono messi a disposizione altri 1.750.000 euro. Complessivamente con questa variazione e considerando le due variazioni fatte ad aprile e giugno con i poteri di Giunta, mettiamo a disposizione ulteriori risorse rispetto al bilancio triennale sugli investimenti 2022-2023 per 32 milioni di euro e sulla parte corrente per 11 milioni di euro”.

La pratica è stata approvata con  20 voti favorevoli, 4 contrari e 1 astenuto.

La discussione è poi passata alla seconda variazione del piano delle opere pubbliche in riferimento al triennio 2021-2022, necessaria a seguito dell’approvazione da parte del Ministero delle infrastrutture, della graduatoria per i progetti contenuti nel nuovo programma nazionale per la qualità dell’abitare, denominato PinQua.

Lucca si aggiudica 30 milioni per rigenerare la zona sud-est e Ponte a Moriano

I due progetti presentati dall’amministrazione comunale sono stati approvati e verranno finanziati e riguarderanno la riqualificazione di aree inserite nella zona sud est rispetto al centro storico e nella zona di Ponte a Moriano. In totale, i finanziamenti previsti nel piano triennale delle opere pubbliche, ammontano a 30 milioni di euro per l’anno 2021, quasi 50 milioni per l’anno 2022 e 48 milioni per l’anno 2021. La pratica, così come fatto in commissione, è stata presentata dall’assessora Valeria Giglioli, in sostituzione dell’assessore Raspini.

La pratica è stata approvata con 21 voti favorevoli e 1 astenuto (Bindocci). L’opposizione esce durante il voto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.