Quantcast

A Lucca una scuola di educazione ciclistica per bambini e ragazzi foto

Lezioni gratis per imparare a guidare la due ruote in sicurezza

Una scuola di educazione ciclistica per bambini e ragazzi, in modo da aiutarli a conoscere il mezzo su due ruote sin da piccoli e a utilizzarlo in piena sicurezza. E’ questo l’obiettivo del progetto lanciato dal Team Chronò, capitanato da Paladino Meschi e Pietro Scanavacca, che ha preso il via lo scorso 17 luglio e andrà avanti – in questa prima fase – per circa due mesi.

L’iniziativa è stata illustrata questa mattina (30 luglio) all’interno del campo Henderson di San Marco, dove si svolgono le lezioni. All’incontro erano presenti – oltre a Meschi e Scanavacca – l’assessore comunale Stefano Ragghianti, il presidente di Confcommercio Rodolfo Pasquini, il commissario della Camera di Commercio Giorgio Bartoli e il presidente del Comitato regionale Toscana di ciclismo Saverio Metti, in rappresentanza di enti e realtà che collaborano a vario titolo con il progetto, finanziato dalla Fondazione Crl.

Le lezioni per i ragazzi sono gratuite e vedono in questa prima fase – partita appunto lo scorso 17 luglio – una ventina di giovanissimi di età compresa fra gli 8 e i 14 anni, con leggera predominanza al femminile dal punto di vista numerico. Lezioni che si svolgono all’interno del campo Henderson per ragioni di sicurezza, visto che l’impianto è dotato di un velodromo lontano dai pericoli di una strada. E che vede i giovani allievi impegnati ad apprendere non nozioni di natura strettamente agonistica, quanto piuttosto di natura “civica”: l’attraversamento di una strada, la conoscenza di una pista ciclabile, l’utilizzo del casco e altro ancora. Una particolarità, questa, che rende la scuola del Team Chronò la prima in Toscana nel fornire a bambini e ragazzi nozioni di educazione ciclistica prima ancora che sportiva e agonistica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.