Quantcast

Il presidente Menesini riceve in Provincia i primi sei giovani tirocinanti

Hanno superato le selezioni del bando 'Lavoro + bene comune – tirocini' varato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca rivolto a 22 enti del territorio

Hanno preso servizio in questi giorni a palazzo Ducale i primi sei tirocinanti che hanno superato le selezioni della Provincia relative al primo bando (di maggio scorso) che apriva sei posizioni di tirocinio della durata di 12 mesi nell’ambito del più ampio e articolato bando Lavoro + bene comune – tirocini varato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca rivolto a 22 enti del territorio.

I sei giovani che faranno questa importante esperienza a palazzo Ducale sono stati accolti dal presidente della Provincia Luca Menesini. Si tratta di Matteo Russo, Michela Terni, Sofia Nieri, Marta Rinaldi, Samuele Spinella e Giada Rugani. A tutti il presidente Menesini ha dato il suo benvenuto augurando loro buon lavoro con la convinzione che i ragazzi sapranno portare il loro contributo di capacità e nuove conoscenze.

I progetti relativi ai cinque tirocini sono: officina del benessere e della conciliazione; programmare con l’Europa 21-27 lo Sviluppo locale; piano strategico 2030; gestione contabile e finanziaria per la valorizzazione e la promozione dei musei e dei beni culturali; a questi si è aggiunto un tirocinio al Ced, Centro elaborazione dati dell’ente. I giovani tirocinanti percepiranno un rimborso mensile di 500 euro.

Nelle prossime settimane, sempre a Palazzo Ducale, sono attesi altri giovani del territorio che hanno superato le selezioni del secondo bando (che scadeva il 6 luglio) per ulteriori 14 percorsi di tirocinio in Provincia per giovani laureati e diplomati dai 18 ai 35 anni di età nei settori dell’ edilizia scolastica, della pianificazione, dei trasporti e del patrimonio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.