Quantcast

Scuola, al via il piano dei trasporti: 28 bus aggiuntivi a supporto del servizio di rete

Tre saranno mezzi 'jolly' e resteranno a disposizione dell’intero bacino provinciale per essere impiegati laddove si verificassero delle criticità

Con l’inizio del nuovo anno scolastico prende il via anche il piano dei trasporti pensato da prefettura e provincia per rispondere alle esigenze degli studenti.

Così nei giorni scorsi si è svolta una riunione della conferenza provinciale permanente, coordinata dal prefetto Francesco Esposito alla quale hanno preso parte l’assessore regionale al trasporto pubblico Stefano Baccelli, i tecnici della provincia, coordinati dall’architetta Francesca Lazzari, la dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale Donatella Buonriposi, nonché i dirigenti degli istituti di istruzione superiore del territorio e i rappresentanti di Ctt nord e Trenitalia. Durante la riunione sono state messe a punto le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del Covid19, in attuazione delle linee guida per l’organizzazione dei servizi di trasporto, approvate il primo settembre.

Il piano operativo, da domani (15 settembre), prevede l’entrata in servizio di 28 bus aggiuntivi, rispetto a quelli attualmente in circolazione e, di questi, 25 saranno a supporto del servizio di rete, mentre 3 resteranno a disposizione dell’intero bacino provinciale e saranno impiegati laddove si verificassero delle criticità. In sostanza si tratta di mezzi ‘jolly’, utili all’adeguamento della frequenza dei mezzi, soprattutto nelle ore considerate ad alto flusso di passeggeri, così com’è stato indicato anche nelle linee guida ministeriali: in questo modo è possibile garantire una rapida risposta, qualora una linea presenti criticità.

Accanto al potenziamento dei servizi di trasporto, è stato predisposto un piano di vigilanza con il coinvolgimento delle forze di polizia statali e delle polizie locali le cui modalità operative sono state curate dalla questura. In base all’esperienza dello scorso anno, la Provincia, mantiene attivo il Qr Code sui bus, strumento che permette ai viaggiatori di segnalare in tempo reale agli uffici provinciali le criticità che si possono verificare su una corsa, in modo da poter mettere in atto tutti quei provvedimenti che permettono risolvere in tempo quasi reale le problematiche emerse.

“Abbiamo riproposto il piano che ha ben funzionato lo scorso anno – ha dichiarato il prefetto, Francesco Esposito – con un potenziamento del servizio di trasporti e un’attività di vigilanza e accompagnamento sul rispetto delle misure di contenimento per consentire a tutti gli studenti di seguire le lezioni in presenza”.

“L’esperienza dello scorso anno – commenta il presidente della Provincia, Luca Menesini – è stata fondamentale per poter approntare un servizio quanto più possibile funzionale per la ripartenza di quest’anno. Ovviamente siamo già intervenuti nel rafforzare il servizio per quelle linee che avevano evidenziato delle criticità, come la Lucca Barga, la Lucca Altopascio e la direttrice Lucca Versilia, ma, grazie all’innovativo sistema del Qr Code e al costante e continuo contatto con le scuole, siamo sicuri che riusciremo a far fronte alle possibili problematiche che potranno emergere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.