Quantcast

Un sostegno dal Comune per pagare i debiti maturati sulle utenze

Un bando rivolto ai nuclei familiari che nel corso dell'ultimo anno e mezzo sono risultati morosi a causa della situazione di bisogno economico

Un sostegno che potrà arrivare fino ad un massimo di 400 euro per pagare debiti maturati da marzo 2020 fino ad oggi sulle utenze della luce, del riscaldamento, dell’acqua e sulla tassa dei rifiuti. L’amministrazione comunale ha pubblicato stamani (20 settembre) il bando rivolto a quei nuclei familiari che nel corso dell’ultimo anno e mezzo sono risultati morosi a causa della situazione di bisogno economico venutasi a creare in seguito all’emergenza epidemiologica.

“Si tratta di fondi che il governo ha messo a disposizione dei Comuni – spiega l’assessora alle politiche sociali Valeria Giglioli – Quelli che sono stati destinati al Comune di Lucca, in particolare, ammontano a circa 172mila euro e abbiamo lavorato per erogarli prima possibile, visto che servono proprio a dare un aiuto concreto alle famiglie per la ripartenza. Si tratta di un sostegno per evitare che una situazione di difficoltà momentanea possa trasformarsi in una condizione di indebitamento più grave e pesante per tutta una serie di nuclei familiarti che nel periodo dell’emergenza, a causa delle diverse restrizioni dovute al contenimento della pandemia, hanno dovuto fare i conti con minori entrate”.

Come fare la domanda

I cittadini interessati dovranno compilare il modello di domanda che si trova sul sito del Comune, indicando l’utenza per la quale viene fatta richiesta (è possibile richiedere il contributo anche per più di un’utenza) e dovranno allegare l’attestazione delle aziende fornitrici in merito all’ammontare dei debiti maturati riferiti al periodo da marzo 2020 alla data di pubblicazione del bando.

L’utenza deve essere intestata a un componente del nucleo familiare che ha diritto al contributo e il debito deve essere determinato dallo stato di bisogno connesso all’emergenza da Covid 19 in relazione alla situazione economica rappresentata sulla domanda. È richiesto anche l’Isee familiare ordinario o corrente in corso di validità, che non può essere superiore a 20mila euro.

Le domande dovranno obbligatoriamente arrivare al Comune entro il 20 ottobre prossimo in uno dei seguenti modi: tramite mail a protocollo@comune.lucca.it; tramite Pec a comune.lucca@postacert.toscana.it.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti: 0583.442895, oppure 0583.442676.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.