Quantcast

Sciopero globale per il clima, tra i sostenitori anche il Consorzio di bonifica foto

Il presidente Ridolfi: "Riteniamo prioritari i temi ambientali e siamo fortemente impegnati a combattere contro i cambiamenti climatici"

“Sosteniamo lo sciopero globale per il clima perchè riteniamo prioritari i temi ambientali e perchè siamo fortemente impegnati a combattere contro i cambiamenti climatici in atto, che minacciano alle basi le nostre società e la sicurezza di tutti”.

Così il presidente del Consorzio di bonifica 1 Toscana nord, Ismaele Ridolfi, in un comunicato sostiene lo sciopero globale per il clima, indetto in tutto il mondo domani (24 settembre). L’evento, promosso dal movimento Fridays for future, riunisce le sensibilità di un numero crescente di cittadini, che a gran voce chiedono ai leader mondiali un cambiamento di rotta che tenga conto delle necessità del Pianeta.

“Pensare globalmente, agire localmente è lo spirito che anima il movimento mondiale per il clima e l’ambiente. E partendo da questa filosofia anche il Consorzio di bonifica ha iniziato a prendersi le proprie responsabilità – spiega Ridolfi – Abbiamo approvato nel 2019 la Dichiarazione di emergenza climatica (primo Ente di bonifica in Italia), in cui ci siamo presi seri impegni rispetto al nostro modo di lavorare, consumare energia, spostarci, cercando di alleggerire la nostra impronta di carbonio e il nostro impatto sull’ambiente”.

“In conseguenza di ciò – spiega il presidente – consumiamo solo energia da fonti rinnovabili, abbiamo sviluppato la produzione in proprio con il fotovoltaico, stiamo progressivamente rinnovando il parco auto con mezzi a zero emissioni, effettuiamo acquisti di prodotti e servizi verdi. Abbiamo progetti per la messa a dimora di nuovi alberi, che ricordiamo sono una macchina perfetta per assorbire CO2 dall’atmosfera. Stiamo efficientando i nostri edifici, in quanto l’energia più pulita è sicuramente quella non consumata. Inoltre promuoviamo la lotta alla plastica e la rimozione dei rifiuti abbandonati lungo i corsi d’acqua, metodi di manutenzione più rispettosi degli ecosistemi e parliamo con le giovani generazioni di ambiente, tramite iniziative di educazione rivolte in particolare alle scuole”.

“Quella per l’ambiente è per noi una scelta di campo, che corrisponde alla mission dell’Ente – prosegue Ridolfi – le evidenze dei cambiamenti climatici in atto sono inequivocabili e coinvolgono direttamente le attività di manutenzione dei corsi d’acqua e di tutela dell’equilibrio idrogeologico che il Consorzio di bonifica è chiamato a svolgere. Basti pensare alla forte connessione tra gli eventi meteo, sempre più estremi, e la sicurezza dei territori. Per questo – conclude – lavorare per l’ambiente e il contrasto ai cambiamenti significa rafforzare il nostro impegno per la sicurezza idraulica del nostro comprensorio e di tutti i cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.