Quantcast

Ex Manifattura sud, presidio a Palazzo Santini: i comitati dicono no alla vendita

Decise le modalità della manifestazione: "La proprietà degli immobili resti pubblica"

Un presidio di protesta di fronte a Palazzo Santini in concomitanza con lo svolgimento del consiglio comunale che dovrà votare una proposta di delibera per la vendita di una parte dell’ex Manifattura sud.

È la manifestazione che organizzano per martedì (5 ottobre) alle 17 i comitati e le associazioni che, come ormai noto, si sono fatti promotori di una raccolta firme che ha raggiunto oltre 1400 sottoscrizioni per chiedere l’avvio di un percorso partecipativo per decidere il destino del grande contenitore insieme alla cittadinanza.

Una richiesta che è arrivata con il deposito delle firme qualche giorno dopo l’annuncio dell’intenzione dell’amministrazione comunale di procedere con la vendita di una porzione degli immobili nell’area sud del complesso, perché siano possibili insediamenti di attività produttive. Una ipotesi che se osteggiata fin dall’inizio dai comitati ora che l’ipotesi Coima è tramontata è il nuovo nodo del contendere. I cittaddini inoltre chiedono che sia mantenuta la proprietà pubblica dell’immobile.

Così, con queste istanze, ‘vecchie’ e nuove, andrà in scena la protesta davanti a un consiglio comunale che per l’occasione però sarà vuoto: la seduta in questione infatti è convocata in modalità a distanza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.