Quantcast

Paladini Civitali, arriva il super finanziamento dal credito sportivo: lavori in due anni

L’obiettivo della Provincia è riportare gli studenti nel complesso di San Nicolao per l’anno scolastico 2023-2024

L’istituto per il Credito Sportivo (Ics), grazie al Bando cultura Missione Comune 2021, nell’ambito del protocollo di intesa Anci – Ics, ha concesso un finanziamento di 2 milioni e 955mila euro della durata di 25 anni a favore della Provincia di Lucca per un importante intervento di restauro del complesso ex Convento S. Nicolao a Lucca, sede del liceo delle scienze umane Paladini e Istituto professionale Civitali.

Un’iniziativa che rafforza ulteriormente la collaborazione tra l’Ics e la Provincia di Lucca, che è già cliente dell’istituto con quattordici finanziamenti in essere, e che amplia il perimetro di azione anche alla cultura.

Il presidente della Provincia Luca Menesini esprime la soddisfazione per il prossimo avvio dei lavori di recupero dell’antico convento: “In primo luogo ringrazio l’Istituto per il Credito Sportivo con il quale da anni va avanti una collaborazione fattiva – dichiara – che ci ha permesso di riqualificare impianti sportivi e strutture scolastiche sul territorio provinciale. L’accesso al mutuo agevolato dell’Ics ci consente di completare il quadro economico di un lavoro complessivo sul S. Nicolao che supera i 13,4 milioni di euro. Un intervento importante, atteso da centinaia di studenti e famiglie ma anche dalla città che nel giro di un paio di anni potrà tornare in possesso di un bene storico e di una sede scolastica sicura, riqualificata e resa funzionale per la didattica attuale”.

“Il nostro patrimonio culturale – sottolinea il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Andrea Abodi – oltre a costituire un fattore di coesione sociale e valorizzazione delle identità dei territori, incide positivamente sulla qualità della vita delle singole persone e delle comunità, rappresentando un pilastro indispensabile per dare slancio alla ripresa, impreziosendo lo sviluppo economico del nostro Paese. Il percorso di collaborazione che l’Istituto ha intrapreso con la Provincia di Lucca per il restauro dell’ex Convento San Nicolao va proprio in questa direzione, testimoniando anche la capacità della banca dello sport e della cultura di contribuire alla riqualificazione di un bene pubblico che recupererà la piena funzionalità nel rispetto del suo valore artistico-culturale, consoli-dando la sua dimensione educativa. Questa iniziativa – conclude Abodi – si inserisce nel quadro delle attività di finanziamento agevolato dedicate dall’Ics al patrimonio culturale pubblico e privato, che si avvalgono di strumenti operativi messi a disposizione dal governo, in termini di garanzie e contribuzione in conto interessi, che possono diventare un valore aggiunto per il settore”.

L’ex convento di San Nicolao Novello venne fondato nel 1330 dalla famiglia Busdraghi come sede delle agostiniane di Santa Maria della Croce. Nonostante il complesso sia stato ricostruito tra il ‘500 e il ‘600 si conservano ancora tracce di decorazione muraria, databili al XVI e XVIII secolo, nella zona del chiostro. Le antiche colonne ioniche, pertinenti al luogo di culto, sono state traslate all’interno del Museo Villa Guinigi, palazzo storico e di rappresentanza della città di Lucca. La vocazione primaria del complesso è stata, sin dal secolo scorso, quella di struttura educativa.

L’ex convento ha ospitato fino a giugno 2018 il liceo delle scienze umane Paladini, l’istituto professionale Civitali e una scuola materna. Nel 2018, infatti, si è resa necessaria una campagna di indagini, volta allo studio della vulnerabilità sismica e al recupero e al risanamento della sede scolastica, che ha dichiarato l’immobile inagibile. L’intervento oggetto di finanziamento prevede proprio operazioni di messa in sicurezza al fine del miglioramento sismico, di restauro e adeguamento dell’antico edificio alla normativa antincendio. Dall’anno scolastico 2018-2019 la scuola materna ha trovato un’altra sede, mentre per le due scuole superiori sono state adottate soluzioni provvisorie tra locali e moduli prefabbricati nell’ex ospedale Campo di Marte (Paladini) e nella sede dell’Itc Carrara (anche in questo caso con l’aggiunta di moduli prefabbricati) per l’istituto Civitali.

L’obiettivo della Provincia – che ha appaltato i lavori nei giorni scorsi – è riportare gli studenti del Paladini e del Civitali nel complesso di San Nicolao per l’anno scolastico 2023-2024.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.