Quantcast

Da Lucca a Roma alla manifestazione Cgil: “Un attacco fascista, così diciamo no” foto

Il segretario generale Rossi:" Partiranno quattro pullman per ricordare che l'Italia è una Repubblica democratica e antifascista"

Parte la mobilitazione della Cgil in vista della manifestazione antifascista di Roma di sabato (16 ottobre), anche a Lucca si organizzano i preparativi per dire “Mai più fascismi” in Italia.
Dopo le scioccanti immagini dell’assalto alla sede della Cgil di Roma, da parte di un nutrito gruppo di fascisti, in piazza per la manifestazione contro il green pass, c’è una dura presa di posizione e di condanna del gesto da parte di tutta la politica.
Nel mentre le alte sfere discutono sulla mozione del Pd presentata alla Camera e al Senato sullo scioglimento di Forza Nuova, la Cgil si mobilita per la grande manifestazione che si terrà in piazza san Giovanni a Roma, per dire no al fascismo.
“Partiremo da Lucca per manifestare in piazza san Giovanni a Roma e ricordare che l’Italia è una Repubblica democratica e antifascista – dice il segretario generale della Cgil Rossano Rossi -. I fatti di Roma sono di una gravità assoluta e ci vuole ferma condanna per degli atti che ricordano il ventennio fascista. Si prevede una grande partecipazione da Lucca e sono stati organizzati quattro pullman, per un numero massimo di partecipanti di circa 400 persone, poiché il tema è molto sentito”.

manifestazione-cgil

Il malessere contro il green pass si fa sempre più insistente e molte delle proteste no vax si sono concentrate verso chi, secondo loro, non ha tutelato i lavoratori ed è preposto a farlo, come i sindacati. “La Cgil ha preso una posizione netta a favore dell’obbligo vaccinale ed è una posizione da tenere ben ferma, perché non si scherza con la salute delle persone – dichiara il segretario generale della Cgil di Lucca Rossano Rossi -. Per quanto riguarda il green pass, è chiaramente una seconda scelta rispetto all’obbligo vaccinale e come tutte le seconde scelte ha delle controindicazioni. Sono convinto personalmente che non dovrebbe essere un problema per i lavoratori, perché come dice un proverbio toscano, nel più ci sta il meno. Sono anche contrario alle scadenze nette, se per qualche settimana ci fosse un modo di venire incontro a certi lavoratori con dei tamponi, nel mentre sono in attesa del vaccino, mi sembrerebbe una logica giusta”.

Gli animi delle piazze sono cambiate da quando è arrivato il Covid, prima si cantava “Bella ciao”, oggi stiamo davvero assistendo, come sostengono alcuni, ad una recrudescenza del fascismo, tutto ciò è da attribuire alla pandemia? “Non credo, caso mai al modo in cui una certa destra estrema ha sfruttato l’ignoranza di un’ampia fetta della nostra società, per i propri fini politici – spiega il segretario Rossi -. Mi viene in mente una citazione di Don Lorenzo Milani, un fascista e dieci qualunquisti fanno undici fascisti”.

I quattro pulmann diretti alla manifestazione antifascista di piazza san Giovanni a Roma, indetta dalla Cgil, partiranno: da Lucca, davanti alla sede Cgil in viale Luporini 1115/F alle 7,30, da Castelnuovo Garfagnana, dagli impianti sportivi vicino alla farmacia Lemmi alle 6,30, da Viareggio dalla Cittadella del Carnevale alle 7.00 e da Pietrasanta al terminal bus alle 6.45.
Per partecipare è obbligatorio l’uso del Green pass, per la prenotazione è possibile telefonare al numero 0583-441502.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.