Quantcast

Suolo pubblico, scatta il rimborso per le somme pagate e non dovute dalle imprese nel 2020

Il modo per richiederlo dovrà essere inviato al Comune entro il 30 novembre

Dal Comune arriva il rimborso per chi nel corso del 2020 era interessato da agevolazioni o esenzioni della tassa per l’occupazione del suolo pubblico decise dall’amministrazione comunale, ma non ne ha usufruito poiché aveva già versato l’intero importo.

“In sostanza – spiega l’assessora alle attività produttive Chiara Martini – l’amministrazione ha assunto a luglio 2020, con la manovra Lucca Riparte, il provvedimento a favore di tutta una serie di categorie economiche estremamente penalizzate dalle misure restrittive dovute alla pandemia. C’erano tuttavia diverse imprese che avevano già pagato la Cosap per tutto l’anno e dunque, adesso, intendiamo andare a restituire le somme di denaro che non erano dovute. Si tratta di una cifra complessiva di un certo rilievo, poiché ammonta a circa 170mila euro. Invitiamo dunque tutte le imprese interessate a farsi avanti per essere liquidate”.

Tutti i soggetti interessati ad avere il rimborso dovranno compilare il modello che è possibile reperire sul sito del Comune di Lucca e a trasmetterlo entro il 30 novembre all’indirizzo di Pec comune.lucca@postacert.toscana.it, allegando copia del documento di riconoscimento in corso di validità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.