Quantcast

Presentato il piano operativo, ora via all’iter verso le osservazioni foto

Teatro del Giglio gremito per la presentazione dello strumento digitale per la consultazione

Un teatro del Giglio gremito ha accolto ieri (12 novembre) la presentazione del nuovo piano operativo adottato dal Comune di Lucca. In sala architetti, ingegneri, geometri, geologi e agronomi, notai, ma anche alcuni consiglieri comunali e cittadini interessati ad avvicinarsi a uno strumento che normerà le trasformazioni del territorio per i prossimi anni.

A fare gli onori di casa, sul palco da poco rinnovato, sono stati l’assessora all’urbanistica Serena Mammini e il sindaco Alessandro Tambellini. “Questo è un lavoro – hanno detto – che parte da un’imponente base conoscitiva. Le più aggiornate informazioni sul territorio comunale di Lucca sono il substrato di un piano che progetta una città a misura di persona, orientata al benessere ambientale e a un rammendo che premia il riuso, le connessioni e lo spazio pubblico. La pianificazione urbanistica crea i presupposti per migliorare la qualità della vita degli abitanti. Spetterà alla città dare concretezza e forma, nei prossimi anni, a queste previsioni”.

Dopo i saluti istituzionali si sono susseguiti gli interventi tecnici di chi, a vario titolo, ha lavorato alla redazione del nuovo piano operativo. L’architetto Alessandro Marioni, responsabile della Regione Toscana, ha inquadrato il lavoro lucchese nell’ambito regionale: il Comune di Lucca è il primo capoluogo di provincia ad aver rinnovato completamente i due strumenti della pianificazione comunale, piano strutturale e piano operativo, sotto l’egida della legge di governo del territorio 65/2014.

Lo schema e la struttura del piano sono stati illustrati dalla responsabile unica del procedimento, l’ingegnere Antonella Giannini. L’architetto Monica Del Sarto e Silvia Lovi hanno quindi mostrato alla platea l’infrastruttura digitale del piano: una piattaforma interrogabile, di semplice consultazione, che faciliterà la lettura e comprensione delle carte e della relativa disciplina. I geologi Alessandro Paoli e Paolo Sani hanno esposto la puntualità del quadro geologico tecnico del piano, mentre il lavoro di cesello sul patrimonio edilizio storico, dalle corti alle ville passando per le grandi strutture isolate in territorio rurale e i nuclei di antica formazione minori, è stato presentato dall’architetto Michela Biagi di Terre.it, società responsabile del coordinamento scientifico del piano. Infine l’architetto Fabrizio Cinquini, sempre di Terre.it, è entrato nel merito dei contenuti e della proposta di piano, articolata secondo cinque linee di indirizzo: la cura dei beni comuni, la valorizzazione della rete ambientale, l’affermazione dello spazio pubblico, i grandi progetti di riuso e un rinnovato sistema di mobilità e accessibilità.

Un lungo applauso è seguito al ricordo dell’agronomo Francesco Lunardini, prematuramente scomparso la scorsa primavera. “Il suo ultimo lavoro, l’ultima testimonianza tangibile della sua passione per il patrimonio verde della città, sono contenuti in questo piano operativo”, ha detto l’ingegnere Antonella Giannini.

Commenta la giornata l’assessora Serena Mammini: “È stato un pomeriggio intenso, di formazione e informazione. Ringrazio tutti i rappresentanti degli ordini professionali che sono intervenuti e tutte le persone presenti in sala, che con attenzione hanno seguito il seminario di presentazione di questo grande lavoro ancora aperto al contributo di tutti. Per legge ci sarà tempo fino all’8 gennaio per protocollare le proprie osservazioni al piano adottato, ma data l’importanza che questo passaggio riveste per la città e data anche la vastità del lavoro presentato, nello spirito di vera collaborazione con la città, l’amministrazione sta valutando una eventuale proroga dei tempi per presentare le osservazioni. Ci auguriamo che questa fase possa accrescere la qualità del progetto per la Lucca di domani”.

Adesso, dunque, la parola passa ai cittadini. Tutte le informazioni si possono trovare al seguente link sul portale del Comune di Lucca: (clicca qui). Fino al 4 dicembre, inoltre, un tecnico dell’ufficio di piano sarà presente ogni martedì dalle 15 alle 18 e ogni sabato dalle 11 alle 13 nel foyer del teatro del Giglio, che ospita l’esposizione degli elaborati più significativi. I cittadini che lo vorranno potranno chiedere così chiarimenti e ricevere informazioni utili per formulare l’eventuale osservazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.