Quantcast

Imt Lucca, inaugura il nuovo anno accademico con Roberto Baldoni

Nella chiesa di San Francesco il direttore dell'agenzia la cybersecurity terrà una lectio magistralis

Sarà Roberto Baldoni, direttore dell’agenzia per la cybersicurezza nazionale (Acn), ad aprire il sedicesimo anno accademico della scuola Imt Lucca.

La cerimonia d’inaugurazione si svolgerà questo giovedì (18 novembre) alle 10, nella chiesa del complesso di San Francesco e si aprirà con i saluti del presidente della Fondazione lucchese per l’alta formazione e la ricerca, Marcello Bertocchini, del presidente della provincia di Lucca, Luca Menesini e del sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini. Previsto anche un intervento istituzionale da parte della Regione Toscana.

Seguiranno la lectio magistralis del professor Roberto Baldoni dal titolo La gestione del rischio cyber in un mondo di sovranità digitali, quindi l’intervento delle dottorande Nicole Crescenzi, Erica Ordali, Veronica Pizziol e Francesca Randone in rappresentanza dei quattro percorsi dottorali della scuola Imt: analisi e gestione del patrimonio culturale, neuroscienze cognitive, computazionali e sociali; economia, networks e business analtytics; informatica e ingegneria dei sistemi.

Concluderà la giornata inaugurale la prolusione del direttore, Rocco De Nicola.

Per motivi legati alla sicurezza anti Covid, quest’anno la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico si svolgerà su invito. Sarà possibile seguirla in streaming sulla pagina Facebook e sul canale Youtube della scuola Imt.

Roberto Baldoni ad agosto 2021 è stato nominato primo direttore generale dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (Acn) dal presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi. Da gennaio 2018 ha ricoperto il ruolo di vicedirettore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis), con la responsabilità di costruire e sviluppare il perimetro per la sicurezza nazionale cibernetica, una rete di centri di controllo che ha l’obiettivo di passare al vaglio l’equipaggiamento tecnologico in tutte le commesse sensibili, comprese quelle della pubblica amministrazione. Baldoni ricopre, inoltre, il ruolo di punto di contatto per l’Italia con la Nato per le cyber policy e con l’Unione Europea per l’implementazione della direttiva Network and information security (Nis). Roberto Baldoni è anche professore ordinario di scienza dei computer, dal 2002 in aspettativa dall’università degli studi di Roma La Sapienza. Baldoni è stato fondatore e direttore del Sapienza research center for cyber intelligence and information security (Cis).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.